Mercoledì 22 Novembre 2017 - 20:00

Roma, chiuso il set a luci rosse abusivo nell'antica cisterna romana

Una porta di ferro all'ingresso della struttura ha insospettito la Sovrintendenza dei Beni Culturali

Un letto, coperte, candele. E ancora una stufa a gas e tutto il necessario per allestire, e filmare, un set a luci rosse. La location improvvista era nascosta all'interno di un'antica cisterna di epoca romana, in via Marco Polo a Roma.

A fare la scoperta gli agenti del I gruppo Centro intervenuti in seguito alla richiesta da parte della Sovrintendenza Capitolina di verificare una porta di ferro posizionata all'ingresso dell'antico locale.

Personale della Sovrintendenza, presente sul posto, ha accertato danneggiamenti della struttura. L'area è stata posta sotto sequestro e le serrature della porta sono state sostituite. In attesa di ulteriori indagini per risalire ai responsabili, verrà presentata una informativa all'autorità giudiziaria.

Accedi per lasciare commenti

Ti potrebbe interessare anche

Roma, coppia gay denuncia: "Scontrino omofobo al ristorante". Licenziato il cameriere

A fine cena, il conto riportava la scritta 'No Pecorino, Si Frocio'. La giustificazione del locale: "È un errore del pc". Marrazzo (Gay Center): "Revocare la licenza". Il Campidoglio condanna il "gravissimo episodio"

Milano, aggressione fra condomini del palazzo di Piazza Insubria 3

Roma, trovato corpo su via Braccianense: è giovane scomparso

Il corpo è stato trovato in un dirupo poco distante da una motocicletta in tutto simile a quella usata dal giovane

Roma, Metro C: rischio processo per 25 persone, c'è anche Alemanno

Chiusa l'inchiesta. Tra gli indagati, anche l'ex sindaco della capitale. I pm contestano episodi di corruzione nel periodo tra 2010 e 2015

Roma, Papa Francesco in visita all'ospedale Bambino Gesù

Giallo a Roma, bimba nomade ferita alla schiena: si indaga

Era in braccio a sua madre, in via Palmiro Togliatti, quando ha iniziato a piangere. La donna si è accorta del sangue e l'ha portata in ospedale