Mercoledì 28 Giugno 2017 - 19:00

Bambina morta per morbillo a Roma: non era stata vaccinata

La piccola, ricoverata all'ospedale Bambino Gesù, soffriva di una malattia genetica complessa

Roma, bimba morta ad aprile per morbillo: non era stata vaccinata

Una bambina di 9 anni è morta per morbillo all'ospedale Bambino Gesù di Roma. Il caso risale all'aprile scorso: la bambina soffriva di una malattia genetica complessa. E non era stata vaccinata. Lo conferma a LaPresse Alberto Villani, primario di Pediatria all'ospedale Bambino Gesù di Roma e presidente della Sip, la società italiana di Pediatria. "Il morbillo in questo caso sicuramente è stato il fattore scatenante, certamente una bambina che aveva una situazione importante ma non sarebbe morta ad aprile se non avesse contratto il morbillo", ha spiegato sottolineando che sui vaccini: "La mia posizione è quella della ragionevolezza e della scienza".

La malattia pregressa da cui era affetta la piccola (cromosopatia) non era comunque incompatibile con la vaccinazione contro il morbillo.  L'inizio dei sintomi (febbre e congiuntivite) risale al 14 aprile e la diagnosi di morbillo è stata confermata in laboratorio il 26 aprile. Le complicanze riportate dalla bimba sono polmonite e insufficienza respiratoria. Quest'ultima è riportata anche come causa del decesso.

I vaccini, secondo Villani, "sono uno strumento importantissimo di salute, un'opportunità, e credo che soprattutto nel nostro Paese debba crescere la cultura sanitaria, quindi fare in modo che ciò che è ragionevole, ciò che è documentato, non possa neanche minimamente essere messo in discussione, soprattutto quando si parla di sanità pubblica".  E ha precisato: "Su questo tema bisogna rifarsi a fonti credibili e autorevoli, chiaramente identificabili, sapere chi è quello che sta dando l'informazione".

Scritto da 
  • redazione web
Tags 
Accedi o registrati per inserire commenti.

Ti potrebbe interessare anche

Ritrovamento di resti di un corpo umano in un cassonetto della spazzatura in Via Guido Reni

Roma, convalida fermo all'uomo che ha fatto a pezzi la sorella

L'avvocato di Maurizio Diotallevi: "Non c'è stata nessuna premeditazione"

Ritrovamento di resti di un corpo umano in un cassonetto della spazzatura in Via Guido Reni

Donna fatta a pezzi e buttata dentro diversi cassonetti

L'uomo, italiano sulla sessantina, è stato identificato e fermato grazie ai video delle telecamere di sicurezza

Roma, pullman incastrato sotto un ponte: 18 feriti, 3 gravi

Roma, pullman incastrato sotto un ponte: 18 feriti, 3 sono gravi

In codice rosso un bambino di 10 anni ricoverato per trauma cranico

Foto pubblicata sul profilo fb di Vanity Dance Studio

Roma, scritte omofobe su scuola di danza: "Minacce continue"

I gestori del Vanity Dance Studio denunciano l'accaduto. Solidarietà dal vicesindaco Bergamo