Mercoledì 09 Marzo 2016 - 13:45

Roma, azzerata 'cricca' degli sgravi fiscali facili: 13 arresti

I fermati sono accusati di reati che vanno dall'associazione a delinquere alla corruzione e concussione

Roma, azzerata 'cricca' degli sgravi fiscali facili: 13 arresti

A fronte di lauti compensi, garantivano ai contribuenti colpiti dagli accertamenti del fiscali, di uscire vittoriosi nei ricorsi presentati alle commissioni tributarie, o di ottenere consistenti sgravi fiscali senza averne diritto. Da questa mattina, oltre cento finanzieri del Comando provinciale di Roma stanno eseguendo, su ordine della procura della Repubblica di Roma, una vasta operazione volta alla cattura dei responsabili di un presunto sodalizio criminale che coinvolge alcuni giudici tributari, dipendenti, anche in quiescenza, dell'amministrazione finanziaria, avvocati, consulenti e commercialisti.

Il percorso era noto solo agli addetti ai lavori ed era così rodato da garantire il pieno successo di tutti i ricorsi proposti contro gli atti di accertamento del Fisco, anche dei più improbabili. Grazie, però, alle rivelazioni di un professionista, vessato dalle pressanti richieste della 'cricca',  tassello dopo tassello, è emersa una rete di relazioni tra finalizzata a sterilizzare, con ogni mezzo, l'attività di accertamento del fisco. Le indagini, coordinate da un pool di magistrati della procura della Repubblica di Roma e condotte dalla gdf della Compagnia di Velletri, hanno rivelato come, grazie al pagamento di ingenti somme o alla consegna di regalie di vario genere, numerosi contribuenti riuscissero ad ottenere indebiti sgravi di imposte dagli uffici dell'Agenzia delle Entrate o a uscire vittoriosi nei contenziosi promossi davanti alla Commissione tributaria regionale e provinciale di Roma contro gli atti di accertamento conseguenti alle verifiche subite dal fisco. Nel corso del blitz 13 persone sono finite in manette.

Tra gli indagati, che per adesso sono 22, c'è  anche l'attore romano Massimo Giuliani che per farsi annullare cartelle esattoriali del valore complessivo di tre milioni di euro avrebbe versato 65 milioni di euro così suddivisi: 50 mila da dividere tra i giudici della commissione tributaria regionale e 15 mila per i commercialisti, tra i quali Rossella Paoletti, ritenuta capo del presunto gruppo criminale.

"Le operazioni odierne - scrivono gli inquirenti - mettono la parola fine ad una tradizione criminale fondata su una fitta rete di illegalità, i cui sodali, forti del ruolo ricoperto, delle conoscenze maturate e certi dell'immunità del loro vincolo, pensavano, con noncurante disinvoltura, non al danno che recavano all'Erario ma solamente a come spartirsi il prezzo delle loro iniziative".

CHI SONO I 13 ARRESTATI. Sono diverse le figure professionali coinvolte nell'indagine della guardia di finanza sulla 'cricca' degli sgravi fiscali facili. Tra i fermati ci sono i commercialisti Rossella Paoletti, ritenuta capo del gruppo, Salvatore Buellis, David De Paolis, Aldo Boccanera, (gli ultimi due finiti ai domiciliari mentre gli altri due sono in carcere), i giudici, non togati, delle Commissioni tributarie regionali di Roma e Lazio Luigi De Gregori, Salvatore Castello, Onofrio D'Onghia Di Paola; l'avvocato Giuseppe Natola, il funzionario Agenzia delle Entrate Tommaso Foggetti, e i suoi ex colleghi Daniele Campanile e Sandro Magistri, e il finanziere Franco Iannella. Ai domiciliari è finito anche il dipendente della Commissione tributaria regionale di Roma, Alberto Bossi.

Le persone arrestate dovranno rispondere a vario titolo di reati che vanno dall'associazione a delinquere alla corruzione e concussione. Delle 13 persone finite in manette, scrivono gli inquirenti "otto erano uniti da un vincolo associativo, agivano all'interno degli organi di appartenenza in base a ruoli ben precisi ed all'esclusivo scopo di vanificare, dietro lauto corrispettivo, il faticoso lavoro di contrasto all'evasione fiscale operato dalla parte sana dell'Amministrazione Finanziaria".

Scritto da 
  • redazione web
Accedi o registrati per inserire commenti.

Ti potrebbe interessare anche

Milano, si costituisce pirata della strada: è un sottufficiale dell'aeronautica

Milano, si costituisce pirata della strada: è un sottufficiale dell'aeronautica

Si tratta di un italiano nato nel 1989: nel weekend ha investito due ragazze

Visioni della Madonna: la testimonianza di Iva Zanicchi

Visioni della Madonna: la testimonianza di Iva Zanicchi

Verità o speculazione? Se ne parla a 'Pomeriggio 5'

Michele Misseri: La verità su Sarah la sappiamo io e Dio

Michele Misseri: La verità su Sarah la sappiamo io e Dio

"Fosse stata veramente mia figlia di certo non mi sarei preso la colpa"

Napoli, 'tassa' al clan per spacciare e penali per ritardo: 6 in manette

Napoli, 'tassa' al clan per spacciare e penali per ritardo: 6 in manette

Estorsione, porto illegale di armi, detenzione e spaccio di droga le accuse