Sabato 26 Marzo 2016 - 14:00

Roma, auto pirata investe 4 ciclisti su via Aurelia: uno è morto

La proprietaria dell'auto si è costituita, due ciclisti sono gravi

Roma, auto pirata investe 4 ciclisti su via Aurelia: uno è morto

Un gruppo di quattro ciclisti è stato investito da un suv sulla via Aurelia, al chilometro 17, in direzione Roma. Alla guida del veicolo, una Dacia bianca, una donna che si è data alla fuga dopo l'incidente. Uno dei quattro ciclisti è stato sbalzato fuori strada mentre gli altri tre sono caduti sulla carreggiata. I quattro sono stati portati in ospedale da ambulanze ed elisoccorso intervenuti sul posto. La proprietaria dell'auto pirata è stata poi individuata dai vigili e si è costituita. Due ciclisti sono gravi, ricoverati in codice rosso, mentre uno è morto; si tratta di un uomo di 76 anni. La donna, di 52 anni, che subito dopo l'incidente è scappata si è costituita presso la compagnia di Monte Spaccato. E' stata sottoposta ai test di alcol e droga e ne è stato controllato il telefono cellulare per accertare che non stesse telefonando al momento dell'incidente. 

L'episodio avviene nel secondo giorno dall'entrata in vigore della legge sull'omicidio stradale che potrebbe essere contestato alla responsabile dell'incidente. La nuova legge prevede, tra l'altro, aggravanti in caso di fuga del conducente. Inoltre se chi causa l'incidente mortale guida in stato di ebbrezza o sotto effetto di droghe, rischia un pena dai cinque ai dodici anni di carcere.

Scritto da 
  • redazione web
Tags 
Accedi o registrati per inserire commenti.

Ti potrebbe interessare anche

Roma, anziano restituisce borsa con 2mila euro: "Ho fatto una cosa normale"

"Quando ho visto tutti quei soldi, mi sono spaventato", racconta il 72enne

Villa Borghese, dove si suppone sia stata stuprata una donna tedesca

Roma, arrestato stupratore di villa Borghese: violentò clochard tedesca

Pochi giorni dopo aveva violentato, picchiato e legato anche un'altra donna

Marcia per la sicurezza organizzata da Forna Nuova a Tiburtino III

Forza Nuova rinuncia alla marcia su Roma del 28 ottobre

La manifestazione era stata vietata dalla questura

Prima udienza del processo Mafia Capitale.

Mafia capitale, i giudici: "Nessuna mafiosità autonoma o derivata"

Le motivazioni della sentenza che condannò Carminati a 20 anni e Buzzi a 19 per l'inchiesta Mondo di mezzo