Mercoledì 03 Maggio 2017 - 19:15

Ambulante senegalese muore a Roma: connazionali in rivolta

Sarebbe morto per un malore, ma conoscenti non credono alla versione. La Questura ribadisce: "Non collegabile a operazioni di polizia"

Roma, ambulante senegalese muore durante blitz vigili: connazionali in rivolta

Un senegalese, venditore ambulante, è morto questa mattina, poco dopo le 12.30, sul Lungotevere De Cenci, nel centro di Roma. Nella zona, stando a quanto si apprende, era in corso un controllo anti-abusivismo dei vigili urbani. L'ambulante è morto per un malore e si è accasciato a terra. Immediata è scoppiata in zona la protesta dei suoi connazionali. Si tratta di un 52enne e al momento non è nota la dinamica della morte. La procura di Roma ha aperto un fascicolo, al momento senza ipotesi di reato né indagati, sulla morte del venditore. L'inchiesta è coordinata dal pm Francesco Marinaro che attende l'informativa sulla vicenda della polizia locale capitolina.

"Nessuno lo inseguiva correndo, è successo proprio davanti alla nostra vetrina, l'abbiamo visto camminare velocemente, aveva in mano un sacco di plastica nero, come quello utilizzato per la spazzatura, si è accasciato. È arrivata una prima ambulanza, hanno cercato di rianimarlo, poi è arrivata una seconda ambulanza ma non c'è stato niente da fare. Ci hanno detto che è stato un grande infarto". È la testimonianza data a LaPresse dai gestori dell'attività di fronte alla quale l'uomo ha perso la vita, all'angolo tra via Beatrice Cenci e il lungotevere de' Cenci, a Roma.

"Si è accasciato. Non ha battuto la testa sul marciapiede, anche se c'è una piccola macchia di sangue - fanno sapere - quel sangue gli è fuoriuscito dalla bocca quando hanno tirato su il corpo". Fra gli ambulanti del Senegal si è creato un passaparola che li ha portati a radunarsi davanti al luogo del decesso per protesta contro le forze dell'ordine che già avevano fermato il loro connazionale durante un blitz nel vicino rione di Trastevere. Il gruppo, una ventina in tutto, si è disperso pacificamente l'intervento della polizia.

Per la questura il decesso dell'ambulante senegalese, avvenuto poco prima delle ore 13 di oggi tra via Beatrice Cenci e il lungotevere De' Cenci, "non è in alcun modo collegabile alle operazioni della polizia locale in corso questa mattina". Lo precisa in una nota la questura di Roma. "Pertanto, è da escludere che il decesso sia derivato da azione di terzi". La salma è stata comunque posta a disposizione dell'autorità giudiziaria per l'esame autoptico.

 

Scritto da 
  • redazione web
Tags 
Accedi o registrati per inserire commenti.

Ti potrebbe interessare anche

Ischia, Ciro il piccolo eroe: aiuta i soccorritori a salvare i fratellini

Ischia, Ciro il piccolo eroe: aiuta i soccorritori a salvare i fratellini

L'intera famiglia è stata salvata dalle macerie. "Un vero e proprio miracolo", commenta la direttrice sanitaria dell'Asl Napoli 2

Ischia, è polemica su case abusive: "Non si può morire per sisma 4.0"

Ischia, è polemica su case abusive: "Non si può morire per sisma 4.0"

"In molti casi è stato accertato che viene utilizzato cemento impoverito", accusa l'ex procuratore aggiunto di Napoli Aldo De Chiara

Scossa di terremoto ad Ischia: danni e crolli

Ischia 'colpita' 12 volte: nel 1980 sisma più forte ma senza danni

Il terremoto del 28 luglio 1883 causò più di 2000 vittime perché capitò nel pieno della stagione turistica

Avaria in volo su aereo Alitalia: atterraggio d'emergenza a Cagliari

Avaria in volo su un aereo Alitalia: atterraggio d'emergenza a Cagliari

Momenti di paura a bordo: mentre sorvolava il mare è stato avvertito un forte rumore dal lato destro