Giovedì 22 Settembre 2016 - 19:45

Roma 2024, Renzi: Dopo no di Raggi partita chiusa

Malagò: "Piani B ci sono ma non sono strada giusta"

Roma 2024, Renzi: Dopo no di Raggi partita finita

La partita di Roma 2024 è finita dopo il no di Virginia Raggi. Il premier Matteo Renzi, intervenendo a 'Otto e mezzo' su La7, metto un punto alla questione dopo le polemiche e lo scontro tra il Coni e la sindaca della capitale. "Dipenderà dal consiglio comunale - precisa Renzi -, ma se il sindaco ha deciso di dire no immagino che pensi di avere la sua maggioranza con lei. Se i consiglieri voteranno il no nessuno vuole fare i Giochi contro il Comune". Il presidente del Consiglio mette in luce come Raggi "in campagna elettorale si era impegnata a fare un referedum, ma la titolarità della decisione spetta a lei. Quello che mi amareggia è l'idea che si dà del Paese, ovvero che i grandi eventi non si possono fare perché qualcuno ruba. Questo è impressionante. E' come se i grillini dicessero: non riusciamo a cambiare le cose". "Ieri - rimarca il premier - hanno festeggiato Los Angeles e Parigi mentre gli sportivi hanno pianto lacrime amare".

Il premier in giornata ha incontrato il presidente del Coni, Giovanni Malagò, dopo il no della sindaca Raggi alle Olimpiadi e l'appuntamento previsto tra i due e poi saltato. "Teoricamente diversi piani B ci sarebbero ma non è la strada giusta, perderemmo credibilità", ha precisato Malagò. 

LEGGI ANCHE 'Roma 2024, Malagò: Piani B ci sono ma non sono strada giusta'

Scritto da 
  • redazione web
Accedi o registrati per inserire commenti.

Ti potrebbe interessare anche

Migranti, Tajani: No a 'shopping' dell'asilo, richiesta sia europea

Migranti, Tajani: No a 'shopping' dell'asilo, richiesta sia europea

"L'Ue deve fare la sua parte e vigilare sul rispetto delle quote"

Rai, bocciato il 'Piano informazione' di Dall'Orto. Messa lascia la riunione del Cda

Rai, bocciato Piano informazione del dg Campo Dall'Orto

Il consigliere Messa ha deciso di abbandonare l'incontro: "E' venuta meno la fiducia nell'operato del direttore generale"

Mattarella: Ricordo Falcone non sia rituale, mafia si può battere

Mattarella: Ricordo Falcone non sia rituale, mafia si può battere

Il presidente intervenuto in occasione della commemorazione del venticinquennale della strage di Capaci

G7, Boschi: Italia pronta a presentarsi al mondo, superati stereotipi

G7, Boschi: Italia pronta a presentarsi al mondo, superati stereotipi

"Abbiamo rispettato la tempistica dei lavori senza deroghe e con i fondi necessari"