Mercoledì 21 Settembre 2016 - 10:30

Roma 2024, Raggi verso il no: aula prossimo campo di battaglia

Oggi alle 14.30 incontro tra la sindaca e il numero uno del Coni Malagò

Roma 2024, Raggi verso il no: l'aula prossimo campo di battagliale

E' il giorno della verità. Roma decide la sorte della sua candidatura alle Olimpiadi del 2024. La sindaca Virginia Raggi alle 14.30 incontrerà il numero uno del Coni Giovanni Malagò. Tutta l'attenzione è concentrata sulla prima cittadina. Lei si è espressa più volte in campagna elettorale contro i Giochi, e lo ha fatto ancora anche recentemente. E, se qualcuno vicino a lei riferisce di qualche indecisione legata alle conseguenze politiche che porterebbe con sé questa scelta, a spingere poderosamente verso il niet c'è il leader M5s in persona, Beppe Grillo, che dal suo blog la scorsa settimana ha sentenziato: "Olimpiadi no grazie".

La battaglia, però, ammesso che la sindaca davvero dica no, potrebbe non finire oggi. Il Coni avrebbe intenzione comunque diu andare avanti con la candidatura. La sfida infatti si sposterà in assemblea capitolina. A decidere formalmente dovrebbe essere infatti il Consiglio con una delibera. E c'è chi dubita che la maggioranza guidata da Virginia Raggi - anche se sulla carta avrebbe i numeri - sia così solida da reggere di fronte a una sfida aperta del Coni su un tema così divisivo.

Scritto da 
  • redazione web
Accedi o registrati per inserire commenti.

Ti potrebbe interessare anche

'Destinazione Italia': parte il treno del Pd con Renzi e Delrio

Fara Sabina, Civita castellana, Narni, Spoleto e Fano le tappe del primo giorno

Inaugurazione del nuovo stadio Filadelfia, nuovo impianto di allenamento del Torino

Torino, Appendino: Avviso di garanzia per falso in atto pubblico

Il procedimento è relativo alla vicenda Ream. La sindaca: "Chiarirò il prima possibile"

CGIL. Convegno "Oltre le crisi bancarie crescita uguaglianza lavoro"

Manovra, Camusso: "Sciopero se necessario". Padoan: "Che legge ha visto?"

Botta e risposta tra la leader della Cgil e il ministro dell'Economia dopo l'approvazione della manovra

Inaugurazione della stagione al Teatro Manzoni

Berlusconi frena l'intesa con Salvini: "Chi ha più voti indica premier"

E sulla legge elettorale: "È il miglior compromesso che si potesse trovare"