Martedì 07 Giugno 2016 - 18:00

Rogo in centro accoglienza a Duesseldorf: 21 intossicati

Nel padiglione erano presenti 130 rifugiati provenienti da Siria, Afghanistan e Iraq

Duesseldorf, in fiamme capannone adibito a campo per rifugiati

Vi sarebbero almeno 21 migranti intossicati a causa dell'incendio divampato in un centro di accoglienza nella città tedesca di Duesseldorf che ospita 130 rifugiati provenienti da Siria, Afghanistan e Iraq. Secondo i media, sarebbero state arrestate due persone che si trovavano in prossimità del centro, ma la notizia non è stata confermata dalle forze dell'ordine.

L'incendio è scoppiato intorno a mezzanotte, secondo un portavoce dei vigili del fuoco, e si è diffuso rapidamente attraverso il padiglione di 5mila metri quadri, capannone riconvertito a centro accoglienza. Le circa 130 persone che si trovavano all'interno del padiglione quando ha iniziato il fuoco sono riusciti a fuggire, secondo le autorità locali.

Scritto da 
  • redazione web
Accedi o registrati per inserire commenti.

Ti potrebbe interessare anche

Libano, omicidio diplomatica britannica: arrestato un uomo

Il cadavere della 30enne ritrovato in una strada a Beirut. Disposta seconda autopsia

Cars are parked at Misurata Central Hospital

Libia, sequestrato e ucciso il sindaco di Misurata

Il corpo abbandonato fuori da un ospedale. I sospetti ricadono sulle milizie e i gruppi islamisti della città

Foto tratta dal profilo Twitter #SAVEAHMAD

L'accademico iraniano Djalali confessa: "Spionaggio per sabotare programma nucleare"

L'ammissione alla tv di Stato. Secondo la moglie, tuttavia, l'uomo, già condannato a morte, sarebbe stato costretto dai suoi interlocutori a leggere la confessione

Sventato attacco a San Pietroburgo grazie alla Cia. Putin ringrazia Trump

L'informazione fornita dall'agenzia ha permesso di arrestare alcuni terroristi, forse legati all'Isis, che preparavano attentati