Venerdì 21 Ottobre 2016 - 16:30

Rocco Siffredi: Morte mio fratello è primo ricordo d'infanzia

"Mia mamma per i due anni successivi ha continuato ad apparecchiare tavola anche per lui"

Rocco Siffredi: Primo ricordo d'infanzia la morte di mio fratello

"Mi ricordo il giorno in cui tornando dall'asilo ho sentito dalla strada le grida di mia mamma in casa. C'era un clima tetro, nessuno parlava. Io non ho chiesto nulla. In camera, sdraiato sul letto c'era mio fratello di 12 anni morto", soffocato da una crisi epilettica. E' un Rocco Siffredi molto diverso dal personaggio esuberante a cui il pubblico è abituato quello che, in una lunga intervista per 'Verissimo' su Canale5, racconta un episodio profondamente doloroso della sua vita."Il giorno prima avevamo fatto una festa, per cui la mia camera era piena di palloncini colorati. Mi ricordo che dopo aver visto mio fratello mi sono chiuso nella mia stanza e ho rotto tutti i palloncini". Rocco, molto provato dal ricordo, spiega: "Mia mamma ha sofferto così tanto la sua morte che, per i due anni successivi, ha continuato ad apparecchiare a tavola anche per lui". Nel corso dell'intervista Siffredi parla anche di bullismo. A Silvia Toffanin, che gli chiede se anche i suoi figli, come la figlia di Eva Henger, abbiano sofferto per avere un padre che fa la pornostar, spiega: "I miei figli sono più fortunati per due motivi: da un lato, in Italia, se sei un uomo pornostar sei un 'figo', invece, se sei una donna pornostar sei considerata una prostituta. Quindi, una figlia di una donna che sceglie quel tipo di lavoro soffre cento volte di più e credo che Mercedesz abbia veramente sofferto molto. Inoltre, i miei figli sono cresciuti a Budapest, in Ungheria, un Paese in cui non c'è questa mentalità bigotta".

Scritto da 
  • redazione web
Accedi o registrati per inserire commenti.

Ti potrebbe interessare anche

Un altro royal wedding dopo Harry e Meghan: la principessa Eugenie si sposerà in autunno

Le nozze con il fidanzato Jack Brooksbank nella stessa chiesa dell'altra coppia reale

Trasmissione Porta a Porta, puntanta speciale sul film 'Benedetta Follia'

Verdone: "Totti mi ricorda Sordi, sarebbe un bravo attore"

L'attore romano si è raccontato su La7 e non ha potuto fare a meno di citare l'ex capitano della Roma

Women's March, da Katy Perry ad Ashton Kutcher: le star scendono in strada

Cartelli e magliette a tema: anche i volti noti del mondo dello spettacolo hanno partecipato alla marcia di protesta contro il governo Trump

Il Vegetale, la premiere del film con Fabio Rovazzi

Ferragni svela: "Ecco quando mi sposo e perché il bimbo si chiamerà Leone"

L'influencer ha risposto pubblicamente ad alcune domande dei follower di Instagram, rivelando alcuni dettagli ancora inediti sul matrimonio con Fedez e la nascita del loro primogenito