Martedì 15 Novembre 2016 - 14:30

Robinù, il film di Santoro sui babyboss arriva nei cinema: trailer

Evento speciale il 6 e il 7 dicembre, che vedrà per la 'prima' il giornalista collegato in diretta da tutti i grandi schermi

Robinù, il film di Michele Santoro nel cuore di Gomorra: ecco il trailer

Dopo la presentazione alla 73° Mostra del Cinema di Venezia, Robinù - il film documentario diretto da Michele Santoro - arriva al cinema come evento speciale il 6 e il 7 dicembre. A rendere l’evento ancora più unico nel suo genere, il 6 dicembre alle 19.30, appena prima della proiezione, Santoro sarà in collegamento in diretta su tutti i grandi schermi che programmano il film per introdurre la visione agli spettatori. 

Un’occasione sicuramente speciale per il grande pubblico che avrà la possibilità di conoscere i motivi che hanno spinto Santoro a raccontare le storie di tanti giovani ribelli che sono riusciti a imporre una nuova legge di camorra per il controllo del mercato della droga, mantenendo un punto di vista sempre oggettivo e senza filtri. Una guerra dimenticata che è arrivata a contare oltre 60 morti e che la chiamano “paranza dei bambini”. Robinù, scritto con Maddalena Oliva, è basato sui veri volti dei baby boss della camorra e dei loro familiari, portando per la prima volta sullo schermo la storia di un intero giovane popolo ridotto a carne da macello, con droga e kalash (il kalashnikov nel loro strascicato incomprensibile dialetto) come compagne di vita. Sotto gli occhi indifferenti delle istituzioni, quei ragazzi hanno evaso qualunque obbligo scolastico, non parlano italiano, hanno i denti già devastati dalla droga ed esprimono chiaramente sentimenti e passioni di una forza sconosciuta a quella parte di Paese definita normale. Una paranza che da Forcella si insinua nei Decumani e scende giù fino ai Tribunali e a Porta Capuana: il ventre molle di Napoli, la periferia nel centro, tra turisti che di giorno riempiono le strade e gente che di notte si rintana nei bassi trasformati in nuove piazze di spaccio, il vero carburante capace di far girare a mille il motore della mattanza. 

 

Scritto da 
  • redazione web
Accedi o registrati per inserire commenti.

Ti potrebbe interessare anche

Nuova indagine su Kevin Spacey per aggressione sessuale

Aperta a Londra un'inchiesta dopo una denuncia per presunte molestie avvenute nel 2005

Woody Allen in conferenza stampa

Molestie, Woody Allen smentisce di nuovo le accuse di Dylan Farrow: "E' stata sua madre a convincerla"

Secondo il regista, stanno "cinicamente" approfittando del movimento anti-molestie per rilanciare delle "accuse screditate"

Photocall del film "The post"

The Post, Spielberg racconta il giornalismo: “Con Trump la libertà di stampa è in pericolo”

Il regista Steven Spielberg e i protagonisti Tom Hanks e Meryl Streep a Milano per presentare in anteprima il loro prossimo film, inelle sale italiane dale 1 febbraio

Catherine Deneuve chiede scusa: "Abbraccio le vittime delle molestie"

L'attrice francese non si pente della firma sotto l'appello alla "libertà di molestare". Ma chiede scusa a chi si è sentita offesa