Mercoledì 02 Marzo 2016 - 16:15

Roberti: Mai parlato di liberalizzazione di droghe leggere

"Modificare il reato del 416bis comma 7 inserendo, quando viene accertata, la corruzione come aggravante del reato di associazione mafiosa" sottolinea il procuratore nazionale antimafia

Franco Roberti

"Modificare il reato del 416bis comma 7 inserendo, quando viene accertata, la corruzione come aggravante del reato di associazione mafiosa". Lo dice il procuratore nazionale antimafia, Franco Roberti, nel corso della sua reazione annuale. Il riferimento di Roberti è a Mafia Capitale che ha dimostrato come: "la corruzione e' capace di infuenzare le scelte dei funzionari".

MAI PARLATO DI LIBERALIZZARE DROGHE LEGGERE "Non ho mai parlato di depenalizzazione o liberalizzazione delle droghe leggere. Ho detto che, viste la quantità di forze in campo, non sia il caso di concentrare le forze che abbiamo contro i trafficanti di droghe pesanti e non perdere tempo con quelli che noi chiamiamo i 'ladri di merendine'" ha sottolineato Roberti aggiungendo: "Bisogna creare dei critieri di priorità".
 

Scritto da 
  • redazione web
Accedi o registrati per inserire commenti.

Ti potrebbe interessare anche

Milano, Book City - Presentazione del libro di Walter Veltroni

Centrosinistra, su art.18 ancora scontro Pd-Mdp. Veltroni: "Restano macerie"

I 'no' di Roberto Speranza e Pier Luigi Bersani non sono piaciuti a chi, dall'ex sindaco di Roma a Romano Prodi, è in campo per "costruire ponti"

Ostia, chiusura campagna elettorale ballottaggio per presidente municipio

M5s, Di Battista fa un passo indietro: "Non mi ricandido in Parlamento"

L'annuncio in diretta Fb: "Ma non abbandono il Movimento"

M5S, Giuliana Di Pillo incontra la stampa al Pontile di Ostia

Ostia, Picca attacca Di Pillo: "Sua vittoria sporcata dai clan"

Il giorno dopo il ballottaggio la candidata del centrodestra attacca: "M5s ha perso il 17% dei consensi"

Prete paragona Bonino a Riina, lei replica: "Ha insultato Parlamento e metà Paese"

Don Pieri su Facebook aveva attaccato l'esponente Radicale per il suo impegno per la legge sull'aborto