Lunedì 15 Agosto 2016 - 23:30

Rio, Viviani oro nell'omnium. Bruni argento nel fondo di nuoto

Il pistard ha raggiunto punto dopo punto la vetta del podio. E' l'ottavo oro azzurro

Rio 2016, Ciclismo: Viviani conquista l'oro nel ciclismo su pista

Medaglia d'oro per Elia Viviani sempre in testa nella difficile prova dell'omnium, specialità del ciclismo su pista, ai Giochi Olimpici di Rio.  L'azzurro, secondo dopo la prima giornata di gare, ha preso la testa della classifica al termine della quarta prova su sei difendendola fino alla decisiva corsa a punti dove è anche caduto, per fortuna senza conseguenze. Viviani ha chiuso a quota 207 punti. Alle sue spalle il britannico Mark Cavendish con 194 ed il danese Lasse Hansen a 192. Quello di Viviani è l'ottavo oro azzurro. "Complimenti a Elia e complimenti anche alla federazione". Così il premier Matteo Renzi, tramite sms inviato al presidente della Federciclismo Renato Di Rocco, si è congratulato per la medaglia d'oro appena vinta.

BRUNI ARGENTO FONDO DI NUOTO. Rachele Bruni ha conquistato la medaglia d'argento nella prova di 10 km di nuoto in acque libere alle Olimpiadi di Rio de Janeiro. L'azzurra, inizialmente terza al traguardo, è salita al secondo posto in virtù della squalifica della francese Aurelie Muller, che l'aveva preceduta nello sprint finale. L'oro è andato invece all'olandese Sharon Van Rouwendaal. Bronzo alla brasiliana Poliana Okimoto.

OSTACOLATA DALLA FRANCESE. "Finalmente è arrivata, come ho detto l'anno scorso la vendetta è un piatto che va servito freddo. Sono felice del secondo posto. Abbiamo lavorato duramente quest'anno. Dopo tanti sacrifici questa è una medaglia che mi ripaga appieno". Sono queste le prime parole di Rachele Bruni dopo l'argento. "Ho appena abbracciato il mio allenatore, dopo 4 anni di lavoro intenso la lacrima è uscita - ha proseguito la toscana ai microfoni Rai - Non sono un'atleta molto facile da gestire". L'azzurra, inizialmente terza, è salita in seconda posizione dopo la squalifica della francese Muller. "Al traguardo mi ha buttato sotto e non ho potuto toccare subito il tabellone d'arrivo - ha raccontato - Tra argento e bronzo c'è una bella differenza".

 

 

BOXE, FUORI TESTA. Sfuma il sogno medaglia per Irma Testa nella boxe femminile categoria 60 kg. La napoletana è stata sconfitta dalla francese campione in carica Estelle Mossely nei quarti di finale. L'accesso in semifinale avrebbe assicurato all'azzurra il bronzo.

MORTO TECNICO CANOA. Non ce l'ha fatta Stefan Henze, l'allenatore della nazionale tedesca di canoa slalom, rimasto gravemente ferito tre giorni fa in un incidente stradale a Rio, dove si trovava per i Giochi. Lo riferisce la squadra olimpica tedesca. Henze stava viaggiando in taxi, quando l'auto si è schiantata contro una barriera di cemento nei pressi del Parco Olimpico. L'allenatore aveva riportato gravi lesioni alla testa.

ATLETICA, FUORI DONATO. Niente finale del salto triplo per Fabrizio Donato, medaglia di bronzo a Londra 2012. L'azzurro è stato eliminato nelle qualificazioni dopo aver ottenuto come miglior prestazione il 16,54 - con cui ha aperto la sua serie - seguito da due nulli. L'ultima misura utile per l'ingresso tra i dodici promossi in finale è il 16,61 del cubano Lazaro Martinez.

NON STRINSE LA MANO. Islam El Shehaby, il judoka egiziano che, al termine di un incontro, si era rifiutato di stringere la mano all'israeliano Or Sasson, è stato ufficialmente escluso dai Giochi di Rio de Janeiro. Lo rende noto il Comitato olimpico internazionale, spiegando che la decisione è stata presa proprio dalla squadra egiziana.

Scritto da 
  • redazione web
Accedi o registrati per inserire commenti.

Ti potrebbe interessare anche

Ciclismo, presentazione del Giro d'Italia 2018

Giro d'Italia parte da Gerusalemme ovest e Israele minaccia di annullarlo

L'ira dei ministri israeliani per la partenza da "West Jerusalem": "C'è una sola capitale"

Ciclismo, presentazione del Giro d'Italia 2018

Ciclismo, svelato Giro 2018: da Gerusalemme a Roma, al via anche Froome

Presentato il percorso della edizione 101 della corsa rosa. Partenza in Israele il 4 maggio e arrivo nella capitale il 27. La novità è la presenza del britannico

"I Roveri" di Torino premiato al World of Leading Golf

La struttura del Royal Park ha ricevuto il prestigioso riconoscimento per i "Migliori servizi"

Former USA Gymnastics' team physician Nassar, poses in this photo released November 10, 2017

Il medico delle ginnaste Usa ammette: "Le ho molestate, chiedo scusa"

Larry Nassar si è dichiarato colpevole di 13 casi di abusi sessuali. Rischia 25 anni di carcere. L'ultima accusa da Gabby Douglas