Martedì 09 Agosto 2016 - 06:30

Rio, Pellegrini in finale nei 200 sl: Felice, sarà grande sfida

Terzo tempo dietro a Sarah Sjostrom e alla rivale Katie Ledecky

Rio, Pellegrini in finale nei 200 sl: Felice, sarà grande sfida

Federica Pellegrini si è qualificata per la finale dei 200 stile libero femminili ai Giochi di Rio. La veneta ha chiuso con il terzo tempo complessivo (1:55.42). Miglior prestazione della svedese Sarah Sjostrom con il crono di 1:54.65 davanti all'americana Katie Ledecky (1:54.81). Insomma, il duello fra Ledecky e Pellegrini è iniziato: per ora solo a distanza. La 'divina' inizia l'ennesima scalata di una carriera infinita, che la vede partecipare alla quarta olimpiade, da quando ad Atene 2004 conquistò un argento che ad oggi la pone come la più giovane atleta italiana a salire sul podio a cinque cerchi. 

"Non so se hanno forzato o no, sono però contenta di essere in terza corsia e di come ho nuotato. Pensavo che le due (Ledecky e Sjostrom, ndr) partissero all'inizio e le vedessi solo all'arrivo...". Lo dice Federica Pellegrini dopo il terzo posto nelle semifinali. "Mi sono sentita molto bene in acqua - aggiunge ai microfoni di Raisport - Per la finale però preferisco non dire niente per scaramanzia, loro sono davanti ma sarà una finale agguerrita".

Scritto da 
  • redazione web
Accedi o registrati per inserire commenti.

Ti potrebbe interessare anche

Il Lombardia 2017 - Bergamo - Como - 247 km

Ciclismo, calcio, volley: ecco la tv sportiva su Lapresse.it

Dalla Ciclismo Cup, al Futsal e ai tornei giovanili di calcio. Dal beach volley al pugilato alla Mtb. Con PmgSport, un palinsesto online per chi ama lo sport

Swimming - Men's 200m IM - SM9

Nuoto, mondiali paralimpici: Italia chiude terza nel medagliere

Gli atleti azzurri hanno conquistato 38 medaglie

Pyeongchang 2018, atleti russi ricorrono al Tas contro l'esclusione dai Giochi

Ieri il provvedimento del Cio dopo il coinvolgimento del Paese nello scandalo doping. Wada: "Decisione consapevole"

Scandalo doping, Russia esclusa da Pyeongchang 2018

Ma alcuni atleti potranno gareggiare ugualmente sotto la bandiera olimpica