Venerdì 19 Agosto 2016 - 06:00

Rio, Lupo-Nicolai argento. Bolt oro nei 200: Io come Ali e Pelè

Azzurri ko col Brasile per 2-0. Trost e Rossit nella finale salto in alto. Settebello in corsa per il bronzo

Rio, Lupo-Nicolai argento nel beach volley. Bolt oro anche nei 200: Io come Ali e Pelè

A un passo dal sogno. L'esaltante favola di Daniele Lupo e Paolo Nicolai si esaurisce sul secondo gradino del podio. A Copacabana, il tempio del beach volley, gli Azzurri si arrendono ai maestri brasiliani Alison-Bruno che riportano i verdeoro al titolo a cinque cerchi che mancava da Atene 2004. Un 2-0 (21-19, 21-17) giusto per la superiorità vista in campo anche se gli Azzurri, specie nel primo set, hanno potuto giocarsi le loro carte per tentare il colpaccio. "Abbiamo dato tutto. Loro sono sicuramente la coppia più forte del mondo e lo hanno dimostrato", il commento di Lupo e Nicolai, felici per la medaglia d'argento.

Non sbaglia un colpo invece Usain Bolt: il giamaicano si mette in tasca anche l'oro nei 200. Ancora una volta, nessun problema per il re della velocità che ferma il cronometro sul 19.78 al termine di una gara dove, ma questo già si sapeva, nessun avversario aveva le carte in regola per contrastarlo. L'argento è andato al canadese Andre De Grasse, secondo con 20.02. Terzo, a sorpresa, dopo una gran rimonta nel rettilineo conclusivo, il francese Christophe Lemaitre, con 20.12: per assegnare la medaglia di bronzo è servito il fotofinish visto che il britannico Adam Gemili ha concluso con lo stesso tempo. "Non ho bisogno di dimostrare nient'altro. Che altro posso fare per dimostrare al mondo che sono il più grande?", il commento a caldo di Bolt, "sto cercando di essere uno dei più grandi. Essere tra Muhammad Ali e Pelé".

Nella pallanuoto si è infranto il sogno del Settebello di tornare nella finale olimpica a quattro anni di distanza da Londra 2012. L'Italia è stata sconfintta in vasca dalla Serbia, resta la possibilità del bronzo da giocarsi contro il Montenegro, già battuto 6-5 nel girone eliminatorio. 

SALTO IN ALTO: TROST E ROSSIT IN FINALE. Alessia Trost e Desiree Rossit si sono qualificate per la finale del salto in alto alle Olimpiadi di Rio in programma sabato. Trost ha raggiunto la quota di 1.94 m al primo tentativo, Rossit ha invece superato la quota di qualificazione al terzo tentativo. 

ATLETICA: SANTIUSTI ELIMINATA IN SEMIFINALE 800 DONNE. Yusneysi Santiusti è stata eliminata nelle semifinali degli 800 metri femminili ai Giochi di Rio. L'azzurra ha chiuso con il 18° tempo complessivo, 2:00:80. Miglior prestazione quella della sudafricana Cester Semenya in 1:58.14. Corrono da sole e si qualificano per la finale della staffetta 4x100 ai Giochi di Rio. Le americane sono scese in pista dopo che la Iaaf ha accolto il ricorso presentato dalla Federatletica americana contro la squalifica inizialmente decisa per le atlete per il mancato passaggio del testimone. Le statunitensi (Bartoletta, Felix, Gardner, Akinosun) hanno potuto così fare la loro gara, chiudendo con il tempo di 41"77, miglior tempo delle semifinali.

DECATHLON: ORO A STATUNITENSE EATON. Ashton Eaton ha vinto la medaglia d'oro nel decathlon ai Giochi di Rio. Lo statunitense, campione in carica, ha totalizzato il punteggio di 8893, record olimpico. Argento al francese Mayer con 8834, bronzo al canadese Warner (8666).

Scritto da 
  • redazione web
Accedi o registrati per inserire commenti.

Ti potrebbe interessare anche

FILE PHOTO: Team Sky rider Froome of Britain celebrates on the podium after winning the Vuelta Tour of Spain after the last stage of the cycling race between Arroyomolinos and Madrid

Ciclismo, Froome positivo al doping (Salbutamolo) alla Vuelta 2017

E' il miglior ciclista del momento. Quest'anno ha vinto Tour e Vuelta. Team Sky: "Spiegheremo tutto"

Ciclismo, presentazione del Giro d'Italia 2018

Giro d'Italia parte da Gerusalemme ovest e Israele minaccia di annullarlo

L'ira dei ministri israeliani per la partenza da "West Jerusalem": "C'è una sola capitale"

Ciclismo, presentazione del Giro d'Italia 2018

Ciclismo, svelato Giro 2018: da Gerusalemme a Roma, al via anche Froome

Presentato il percorso della edizione 101 della corsa rosa. Partenza in Israele il 4 maggio e arrivo nella capitale il 27. La novità è la presenza del britannico

"I Roveri" di Torino premiato al World of Leading Golf

La struttura del Royal Park ha ricevuto il prestigioso riconoscimento per i "Migliori servizi"