Sabato 13 Agosto 2016 - 21:30

Rio, Rossetti vince l'oro: Sono stato freddo e non ho mollato mai

"Un piattello alla volta e mi rendevo conto sempre di più di potercela fare"

Tiro, finale Skeet uomini - Olimpiadi Rio 2016

"Sono stato freddo non ho mollato mai. Un piattello alla volta e mi rendevo conto sempre di più di potercela fare. Alla fine è andata". Lo dice Gabriele Rossetti dopo la medaglia d'oro nello skeet ai Giochi Olimpici di Rio de Janeiro. Nella finale a due, il fiorentino delle Fiamme Oro, esordiente alle Olimpiadi, ha battuto lo svedese Marcus Svensson senza sbagliare un piattello. Si tratta della 16/a medaglia dell'Italia in questa edizione dei Giochi, il quinto oro.

SEGUI LA DIRETTA Sciabola femminile spera nel bronzo. Cagnotto in semifinale

 

"Ieri ero a metà classifica - spiega ancora - sapevo di non poter sbagliare mai. Ho avuto bravura e fortuna. Un insieme di cose che mi hanno permesso di vincere anche se ancora non me ne rendo conto. Credo che lo realizzerò stanotte quando andrò a letto". Gabriele dice di non aver pensato al padre Bruno che 24 anni fa a Barcellona 1992 vinse la medaglia di bronzo. "Mi sono concentrato solo sul colpire un piattello alla volta - ribadisce - ora realizzo che ho portato un altra medaglia in casa". Il pensiero va anche alle compagne di squadra Diana Bacosi e Chiara Cainero, oro ed argento sempre nello skeet. "Ieri hanno vinte le mamme oggi un figlio? Abbiamo una squadra fortissima - racconta - ora mi farò subito un selfie con loro". Nella vita di Rossetti c'è molta Francia. Transalpini di nascita sono i genitori come pure i suoi compagni di allenamento seguiti dal padre e la sua squadra di calcio del cuore ovvero il Paris Saint Germain. "Ma io sono nato a Firenze ed il mio cuore è italiano al 100%", mette subito in chiaro. E nonostante la vittoria Rossetti, che dice di amare le sfide, non è ancora sazio di vittorie. "Ora mi riposo un po' poi ho ancora il campionato italiano e la finale di coppa del mondo. Voglio ripartire più forte di prima anche se più di così non è facile", racconta ridendo. L'ultima battuta è sulla medaglia. "Non l'ho morsa? No, non la mordo. La bacio".

Scritto da 
  • redazione web
Accedi o registrati per inserire commenti.

Ti potrebbe interessare anche

FILE PHOTO: Team Sky rider Froome of Britain celebrates on the podium after winning the Vuelta Tour of Spain after the last stage of the cycling race between Arroyomolinos and Madrid

Ciclismo, Froome positivo al doping (Salbutamolo) alla Vuelta 2017

E' il miglior ciclista del momento. Quest'anno ha vinto Tour e Vuelta. Team Sky: "Spiegheremo tutto"

Il Lombardia 2017 - Bergamo - Como - 247 km

Ciclismo, calcio, volley: ecco la tv sportiva su Lapresse.it

Dalla Ciclismo Cup, al Futsal e ai tornei giovanili di calcio. Dal beach volley al pugilato alla Mtb. Con PmgSport, un palinsesto online per chi ama lo sport

Pyeongchang 2018, atleti russi ricorrono al Tas contro l'esclusione dai Giochi

Ieri il provvedimento del Cio dopo il coinvolgimento del Paese nello scandalo doping. Wada: "Decisione consapevole"

Scandalo doping, Russia esclusa da Pyeongchang 2018

Ma alcuni atleti potranno gareggiare ugualmente sotto la bandiera olimpica