Giovedì 21 Aprile 2016 - 16:15

Rio 2016, IAAF deciderà 17 giugno su partecipazione della Russia

La Federazione russa dovrà convincere la IAAF di aver attuato una serie di misure per migliorare il suo sistema antidoping

Rio 2016, IAAF deciderà 17 giugno su partecipazione della Russia

 Il 17 giugno la IAAF deciderà sulla partecipazione della squadra di atletica della Russia alle Olimpiadi di Rio 2016. Il verdetto sull'ammissione o meno degli atleti russi avverrà nel corso del Consiglio della IAAF in programma a Vienna. La Russia è attualmente sospesa da tutti gli eventi di atletica a livello internazione dopo una serie di scandali legati al doping.   La Federazione russa dovrà convincere la IAAF di aver attuato una serie di misure volte a migliorare il suo sistema antidoping e soprattutto dimostrare "un cambio di cultura". Il programma di atletica alle Olimpiadi inizierà il 12 agosto e se la IAAF dovesse riammettere la Russia, gran parte degli atleti avranno solo poche settimane per ottenere gli standard di qualificazione.

Fonte Reuters - Traduzione LaPresse

Scritto da 
  • redazione web
Accedi per lasciare commenti

Ti potrebbe interessare anche

Rafael Nadal vs Alexander Zverev - Finale Tennis Internazionali BNL d'Italia 2018

Tennis, Nadal trionfa a Roma per l'ottava volta. Zverev: "Sei il più grande sulla terra"

Nadal non si imponeva al Foro Italico dal 2013 e da domani sarà nuovamente numero uno delle classifiche mondiali

Giro d'Italia 2018, tappa 15 da Tolmezzo a Sappada

Giro d'Italia, Yates trionfa in solitaria a Sappada. Froome staccato

Ottima prova di Pozzovivo quarto al traguardo e terzo in classifica. Crolla Fabio Aru

Giro d'Italia 2018, tappa 14 da San Vito al Tagliamento al Monte Zoncolan

Giro d'Italia, Froome trionfa sullo Zoncolan, Yates sempre in rosa

L’inglese scatta a 4km dall’arrivo e stacca tutti. Terzo un fantastico Dimenico Pozzovivi, quarto Lopez

Thierry Neuville, le chiavi del successo nel rally

Ecco il segreto del ventinenne pilota della Hyundai che in questa stagione è alla caccia del suo primo titolo mondiale del WRC