Giovedì 03 Marzo 2016 - 11:45

Rio 2016, Brasile: Rischio attacchi terroristici di lupi solitari

Le forze di sicurezza del Brasile hanno avvertito del rischio di attacchi durante i giochi che si terranno dal 5 al 21 agosto

Rio 2016, sale il rischio attentati

Le forze di sicurezza del Brasile hanno avvertito del rischio di attacchi terroristici di possibili "lupi solitari" durante le Olimpiadi di Rio de Janeiro che si terranno dal 5 al 21 agosto. A lanciare l'allarme è il direttore del dipartimento anti terrorismo dell'agenzia di intelligence brasiliana (Abin), Luiz Sallaberry, che lo ha dichiarato all'agenzia di stampa Agencia Brasil. Le autorità, ha spiegato, temono il comportamento di "radicali" durante i Giochi e la mancanza di esperienza del Brasile con il terrorismo.

"Abbiamo persone radicalizzate in Brasile che sono connazionali e si identificano con questo tipo di organizzazione", ha detto in riferimento a gruppi islamisti, aggiungendo che c'è il rischio che terroristi provenienti da altri Paesi possano entrare in Brasile e il loro arrivo possa non essere notato quando centinaia di migliaia di stranieri arriveranno per le Olimpiadi.
 

Scritto da 
  • redazione web
Accedi o registrati per inserire commenti.

Ti potrebbe interessare anche

Catalogna, Puigdemont: "Il peggior attacco dalla dittatura di Franco"

Dura la reazione del governatore dopo il commissariamento della regione

Repubblica Ceca verso destra: vince Babis, il 'Trump di Praga'

Repubblica Ceca verso destra: vince Babis, il 'Trump di Praga'

Avanza il partito xenofobo Spd che vuole uscire dall'Ue, crollano i socialdemocratici del Cssd

Barcellona, in migliaia manifestano contro il governo

Catalogna, Rajoy destituisce Puigdemont. In 450mila scendono in piazza a Barcellona

Il governo di Madrid applica l'articolo 155 della Costituzione: ora la palla passa al Senato

Trump annuncia: "Divulgherò documenti segreti su John F. Kennedy"

Trump annuncia: "Divulgherò documenti segreti su John F. Kennedy"

Poche ore fa il sito Politico citava fonti ufficiali secondo cui il presidente aveva in programma di bloccare la pubblicazione, ma il nuovo tweet smentisce questa versione