Mercoledì 25 Gennaio 2017 - 11:30

La rinascita di Gessica, sfregiata con l'acido: Grazie di cuore

La ragazza continua le cure in ospedale e manda un messaggio a chi l'ha aiutata dopo l'aggressione

Rinasce Gessica, sfregiata con l'acido: Grazie di cuore

Dall'ospedale ai tanti che la sostengono, grazie ai social. Sta facendo il giro d'Italia la foto delle mani  di Gessica Notaro che formano un cuore, lanciando un messaggio di speranza. La 28enne, cantante ed ex Miss Romagna, qualche settimana fa era stata vittima di un'aggressione nella notte di martedì 10 gennaio da parte del suo ex fidanzato.  Ora grazie al suo produttore discografico manda un messaggio a tutti quelli che la sostengono nel suo percorso di recupero: "Buon giorno a tutti sono mauro catalini . Sono qui con Gessica che vuole dedicare questo ❤️ ai medici, alle infermiere e a tutto lo staff del Bufalini di Cesena, e ringraziare ancora tutti gli amici e le persone che ogni giorno le mandano saluti e le stanno vicina !!
È dura ma insieme a voi ce la farò ❤️ vi voglio bene ..... GESSICA !!".

A inizio gennaio la ragazza era stata ricoverata in gravi condizioni, dopo l'attacco con dell'acido da parte dell'ex che le aveva deturpato il volto.

Scritto da 
  • redazione web
Accedi o registrati per inserire commenti.

Ti potrebbe interessare anche

Continuano le indagini sullo scandalo alimentare delle uova contaminate con l'insetticida Fipronil

Uova contaminate, migliaia sequestrate ad Ancona e Viterbo

Si aggiungono a quelli già comunicati dal Ministero della Salute

Ischia, Ciro il piccolo eroe: aiuta i soccorritori a salvare i fratellini

Ischia, Ciro il piccolo eroe: aiuta i soccorritori a salvare i fratellini

L'intera famiglia è stata salvata dalle macerie. "Un vero e proprio miracolo", commenta la direttrice sanitaria dell'Asl Napoli 2

Ischia, è polemica su case abusive: "Non si può morire per sisma 4.0"

Ischia, è polemica su case abusive: "Non si può morire per sisma 4.0"

"In molti casi è stato accertato che viene utilizzato cemento impoverito", accusa l'ex procuratore aggiunto di Napoli Aldo De Chiara