Lunedì 23 Ottobre 2017 - 12:45

Incidente mortale a Riccione: passante fa diretta Fb ma non chiama i soccorsi

Indignazione sul web nei confronti del ventinovenne che ha messo online il decesso di un altro ragazzo

Brescia, incidente mortale alla gara di auto Malegno Borno

Ha 24 anni, è a pochi metri da casa, a Riccione, ma si schianta con il motorino contro un albero. Simone Ugolini sta morendo sull'asfalto, probabilmente spera che qualcuno lo veda e chiama i soccorsi. Ed effettivamente qualcuno che lo vede c'è: tra le persone che si fermano per prestare soccorso c'è un altro ragazzo, Andrea Speziali, che di anni ne ha 29 e si è candidato alle ultime elezioni comunali. Prende il telefono, ma anziché digitare il 118, accede a Facebook e inizia una diretta.

"Se guardate questa diretta, chiamate i soccorsi", dice. Continua a filmare e a commentare: "C'è sangue, speriamo si salvi". Ma Simone Ugolini non si salva: muore in diretta davanti al pubblico del social network. 

"Ero sconvolto, sotto choc, mi avevano detto che avevano già chiamato i soccorsi e volevo fare qualcosa per quel giovane a terra", ha dichiarato Speziali al Resto del Carlino. "Volevo condividere il mio dolore, non cercavo lo scoop".

Intanto la polizia postale ha sequestrato tutti i video, chiudendo il profilo della vittima. Tutto il materiale finirà in Procura e oggi il magistrato dovrà decidere se aprire un'inchiesta a carico dell'autore.

 

Accedi o registrati per inserire commenti.

Ti potrebbe interessare anche

Sole e nuvole nel weekend: il meteo del 18 e 19 novembre

Le previsioni per sabato e domenica. Allerta arancione in Calabria

Parma, l'Ospedale Maggiore dove è morto Toto Riina

Taranto, carabiniere uccide sorella, cognato e padre e si spara: è grave

La tragedia è avvenuta in una strada centrale del paese, a Sava. Lite in famiglia: il militare è in fin di vita

Papa Francesco all'Udienza Generale del mercoledi' in Piazza San Pietro

Papa: "La scienza ha dei limiti da rispettare. Serve responsabilità etica"

Il pontefice: "Tutti devono beneficiare del diritto alla tutela della salute"

Morte Riina, i familiari all'ospedale di Parma per l'autopsia.

Morte Riina, autopsia a Parma. La figlia ai cronisti: "Rispettate il dolore"

Le condizioni del boss si erano aggravate dopo due interventi chirurgici