Giovedì 08 Giugno 2017 - 09:45

Legge elettorale, Richetti: M5s pensa alla convenienza personale

"Grillini hanno già votato la legge elettorale in commissione"

Richetti: M5s ha già votato la legge elettorale in commissione

Il M5s la legge l'ha già votata in commissione, non è che vale meno". Così il deputato dem Matteo Richetti, a '#OreNove', a proposito della legge elettorale. "E' una sede istituzionale - rimarca -, non eravamo al bar io e Di Maio a dire che ci piace il tedesco". "Ora si mette la consultazione in mezzo, speriamo anche per loro che tutto vada per il meglio" ha detto a proposito della consultazione online decisa da Grillo sulla legge elettorale.

"Ieri bastava guardare Fico e Di Maio, uno incrociava le braccia quando parlava l'altro, questi si chiamano partiti che pensano alla convenienza personale, ma va bene così" ha sottolineato il dem.  "Se un Parlamento, dopo i richiami del capo dello Stato e della Corte costituzionale, non riesce a fare una legge elettorale, ci vuole un bel coraggio a dire che la legislatura deve continuare" ha aggiunto Richetti. 
 

Scritto da 
  • redazione web
Accedi o registrati per inserire commenti.

Ti potrebbe interessare anche

Milano, il candidato PD alla presidenza della regione Giorgio Gori ad un convegno

Migranti, Gori: "Grave che avvocato non capisca la Costituzione". Fontana: "Mia espressione infelice"

Il candidato Pd per la regione Lombardia commenta la frase shock dello sfidante di destra

Torino, Il candidato premier M5s Luigi Di Maio a pranzo con i vertici del Movimento

Parlamentarie M5S, Rousseau a singhiozzo. Disagi e proteste

Molte lamentele perché non si riesce a votare o mancano i nomi di alcuni candidati. Per i collegi uninominali sceglierà Di Maio

Porta a Porta. Ospite Beatrice Lorenzin

Lazio, Lorenzin contro LeU e avverte Zingaretti: "Pronta a candidarmi"

E' possibile che, a livello nazionale, Civica popolare vada con il Pd ma, a livello locale, corra da sola il 4 marzo nell'Election Day

Fontana insiste: "Anche nella Costituzione si parla di razze". E Salvini lo difende

Il candidato di centrodestra in Lombardia: "No al piano Gori-Bonino"