Giovedì 21 Aprile 2016 - 09:45

Reportage dal Brennero: Sud Tirolo trattiene il fiato, Vienna insiste su chiusura

Il racconto della nostra inviata al confine con l'Austria dopo l'annuncio di un giro di vite sui migranti

REPORTAGE dal Brennero, Sud Tirolo trattiene fiato, Vienna insiste su chiusura

Il Sud Tirolo sembra trattenere il fiato, sospeso nell’attesa di capire che cosa davvero l’Austria farà al valico del Brennero. Davvero, cioè oltre le minacce di costruire barriere e aumentare controlli di confine, e oltre le paure per le ripercussioni economiche e simboliche, locali ed europee, che misure del genere potrebbero avere. Per ora, nella pungente aria dei 1.370 metri del passo dove la neve ancora non si è sciolta, nulla sembra mutato. Di barriere non c’è traccia, così come di personale di polizia o sicurezza austriaco. Tutto ciò che si può concretamente vedere è un guard rail rimosso e sostituito con dei blocchi di cemento, appena oltre il confine, al margine destro della carreggiata in cui si viaggia verso nord.

Loading the player...

Per individuare quello che è il primo atto concreto delle politiche “rigide” di Vienna bisogna farsi dare indicazioni dai commessi dei negozi e dai dipendenti dell’autostrada. Una ventina di metri di guard rail, spiegano, è stata rimossa per permettere di avere una “uscita” laterale per le auto selezionate con controlli a vista, considerate in qualche modo sospette. Nessuna segnalazione di cantiere, così come nessuna barriera o inizio di barriera è stata eretta sulla statale o altrove. Per ora, dicono a Brennero, e in attesa di quel primo giugno che Vienna ha citato come data di inizio dei controlli.

Per dire no al confine "rigido" e sì alla libertà di circolazione, domenica al Brennero è prevista un’altra marcia, come quella che il 3 aprile è sfociata in alcuni momenti di tensione. “Armati” di tende e salvagente arancioni, con lo slogan “open borders” i dimostranti hanno chiesto che i migranti siano trattati in modo più umano e che le frontiere interne all’Ue restino aperte. La polizia ha usato gas lacrimogeni e spray urticanti contro di loro, nei momenti di maggior tensione, quindi per domenica l’Austria ha annunciato il dispiegamento di 3mila soldati al confine.

Scritto da 
  • Agnese Gazzera
Accedi o registrati per inserire commenti.

Ti potrebbe interessare anche

Mamma uccide figli a Suzzara in provincia di Mantova

Catania, due anziane sorelle uccise in casa: ipotesi rapina

I corpi trovati nella loro nella loro abitazione di Ramacca messa a soqquadro. Indagano i caraninieri

Processo a carico di Marco Cappato, accusato di aiuto al suicidio per vicenda dj Fabo

Dj Fabo, Cappato: "Era mio dovere aiutarlo a morire"

L'esponente dei Radicali al processo che lo vede imputato per aiuto al suicidio e per aver accompagnato in auto in Svizzera il 40enne milanese

Matteo Renzi visita la Tegim Telethon a Pozzuoli

Malattie rare: oltre 6mila patologie colpiscono 600mila italiani

Sono casi gravi, spesso letali, e spesso non esistono terapie disponibili