Lunedì 20 Febbraio 2017 - 10:30

Ressa nel Pd, Rossi: Nasce nuovo gruppo che sosterrà Gentiloni

Renzi: Alla fine non se ne andranno.Il blog di Grillo attacca: Quattro anni buttati nel cesso

Pd, Orlando: Sarei candidato se questo servisse ad evitare una scissione nel partito

 "Qualunque problema abbia il partito, l'idea che lo si possa risolvere con la scissione è sbagliata: apre un fronte che consente alla destra di rafforzarsi". Così il ministro della Giustizia Andrea Orlando (Pd) intervenendo ad Agorà, su RaiTre sulla situazione del Partito Democrati. Il dem spezzino ha poi chiarito la sua figura e il suo ruolo:  "Non mi pare serva mettere altri candidati alla segreteria in lizza. Se la mia candidatura impedisse la scissione, sarei già candidato. Non ho capito quale sia il problema in questo passaggio...". 

RENZI: RIMARRANNO "È bastato stare fermi e vedere il bluff" ha detto il segretario dimissionario del Pd Matteo Renzi, in un colloquio con La Stampa, riferendosi alla minoranza dem dopo l'assemblea di ieri. "Resteranno, sostiene Renzi, "sul territorio non li seguirebbe nessuno". Sul governo, invece, Renzi precisa: "Con Gentiloni va tutto bene. Sta lavorando e ci dirà lui fin quando andare avanti". "Sono riuscito a dimettermi anche da segretario - scherza ma non troppo -, dopo aver lasciato la poltrona di premier. Sono l'unico che lo ha fatto".

Loading the player...

LA REPLICA DI ROSSI. Enrico Rossi pare invece di diverso avviso: "Proprio poco fa stavo pensando di rispedire la mia tessera alla mia sezione, con una lettera, e andarne a trovare anche il segretario"ha detto intervistato da Rainews 24. "Se abbiamo valutato che non ci sono più le condizioni per fare un congresso rispettateci per questo - ha aggiunto -  Ci sono delle belle separazioni consensuali, che dopo continuano a parlarsi". Il governatore toscano ha sottolineato: "Io non voglio stare nel partito di Renzi. Questo è il punto.oi iniziamo un altro percorso, siamo dispiaciuti perché potevamo stare insieme, ma ci è stato detto che non è possibile". E poi l'annuncio:  "Ci sarà, a quanto mi risulta, un gruppo formato da chi esce dal Pd e chi esce da Sinistra Italiana, ma sosterrà il governo Gentiloni". 

BLOG DI GRILLO: 4 ANNI BUTTATI NEL CESSO "Se è vero che la pazienza è la virtù dei forti, gli italiani sono i più forti del mondo. Stanno dimostrando una calma incredibile nei confronti del governo e del partito che il governo ce l'ha in mano: il Pd. Pensate per un attimo a quello che stiamo subendo. Il Paese sta sempre peggio: disoccupazione, povertà, debito pubblico, imprese che chiudono, licenziamenti, pensioni da fame, giovani che fuggono.Uno scenario apocalittico". E' quanto si legge sul blog di Beppe Grillo in un post a firma del Movimento 5 Stelle, che attacca il governo Dem: "Quattro anni buttati al cesso" mentre "l'italiano vorrebbe evitare di perdere le staffe, 'lasciatemi votare' pensa 'lasciatemi votare e fatemi scegliere il futuro che voglio per il Paese. Non tirate troppo la corda'".

E ancora, si legge: "Quattro anni di megastipendi a deputati e senatori che hanno lavorato solo per i propri partiti pigiando bottoni a chiamata. Quattro anni di rimborsi elettorali: 45,8 milioni di euro solo per il Pd. Dopo il 4 dicembre hanno detto che sarebbero andati via e che si sarebbe votato e invece ecco Gentiloni. E dagli italiani pazienza. Gentiloni doveva essere temporaneo e invece ora il Pd lo ha blindato garantendo che arriverà fino al 2018. E ancora pazienza".

Scritto da 
  • redazione web
Tags 
Accedi o registrati per inserire commenti.

Ti potrebbe interessare anche

Paolo Gentiloni al Meeting di Rimini 2017

Terrorismo, Gentiloni: Nessuno salvo, non rinunceremo a libertà

All'indomani delle minacce Isis all'Italia, il premier e il ministro degli Affari Esteri parlano della sicurezza in Italia

Palazzo Chigi - Consiglio dei Ministri

Ius soli, Gentiloni riapre partita: Conquista di civiltà. Salvini: Follia

"Diventando cittadini italiani si acquisiscono diritti ma anche doveri", dice il premier. Durissima la risposa della destra

Ministero dell'Interno. Firma del "Patto nazionale per un Islam italiano"

Terrorismo, due marocchini e un siriano espulsi da Italia

Con questi rimpatri, 70 nel solo 2017, salgono a 202 i soggetti gravitanti in ambienti dell'estremismo religioso espulsi

L'Italia piange Bruno e Luca. Mattarella: "Lotta al terrore"

La politica si stringe nel dolore delle famiglie