Domenica 18 Dicembre 2016 - 13:30

Renzi: No a congresso anticipato. Cuperlo: Pd ha bisogno di guida diversa

Il deputato: "Il voto interno al partito va tenuto presto, prima delle elezioni"

Renzi: No a congresso anticipato. Cuperlo: Pd ha bisogno di guida diversa

Nessuna ipotesi di congresso anticpato nel Partito democratico. E' questa la linea del segretario Matteo Renzi, intervenuto questa mattina in assemblea. "Rispetteremo le scadenze statutarie sul congresso e non faremo rese dei conti. I nostri figli dovranno sapere che staranno in un Paese meno roso dal rancore. I circoli tornino a discutere di ciò che serve all'Italia", ha detto l'ex premier.

Parole che non trovano di certo l'appoggio della minoranza Dem. "Capisco che Renzi non voglia fare subito il congresso, ma facciamolo presto, prima delle elezioni. Un congresso che stupisca per l'umiltà e per la passione", ha dichiarato Gianni Cuperlo, intervenendo all'assemblea. "Noi non abbiamo vinto con il 40% ma abbiamo perso con il 60%", ha quindi aggiunto in merito al referendum. E poi ha rilanciato: "Sento di esprimere la mia solidarietà umana al segretario anche per come ha reagito dopo la sconfitta, ma con la stessa onestà dico che serve una guida diversa per il Pd".

I deputati della minoranza Dem Roberto Speranza, che ha annunciato ieri di volersi candidare alla segreteria, e Davide Zoggia hanno lasciato l'assemblea dopo l'intervento di Renzi che ha annunciato scadenza 'naturale' per il congresso.

Scritto da 
  • redazione web
Accedi o registrati per inserire commenti.

Ti potrebbe interessare anche

Bormio, il comizio di Matteo Salvini

Ius soli, Lega contro Papa: Lo faccia in Vaticano

Il centrodestra, senza entrare nel merito, prende le distanze dalla legge, mentre la Lega è durissima

Paolo Gentiloni al Meeting di Rimini 2017

Terrorismo, Gentiloni: Nessuno salvo, non rinunceremo a libertà

All'indomani delle minacce Isis all'Italia, il premier e il ministro degli Affari Esteri parlano della sicurezza in Italia

Palazzo Chigi - Consiglio dei Ministri

Ius soli, Gentiloni riapre partita: Conquista di civiltà. Salvini: Follia

"Diventando cittadini italiani si acquisiscono diritti ma anche doveri", dice il premier. Durissima la risposa della destra

Ministero dell'Interno. Firma del "Patto nazionale per un Islam italiano"

Terrorismo, due marocchini e un siriano espulsi da Italia

Con questi rimpatri, 70 nel solo 2017, salgono a 202 i soggetti gravitanti in ambienti dell'estremismo religioso espulsi