Domenica 09 Luglio 2017 - 21:15

Renzi: Napoli può giocarsi la candidatura per Olimpiadi

L'idea era stata  lanciata anche dal sindaco Luigi de Magistris

Renzi: Napoli è una città che può giocarsi la candidatura

"Dopo la figuraccia mondiale che ci  ha fatto fare l'Amministrazione 5 Stelle con le Olimpiadi 2024, per Roma sara' quasi impossibile riprendere in considerazione la  candidatura, per la quale il Coni aveva preparato un dossier  perfetto. A questo punto, la citta' italiana che puo' davvero  giocarsi la carta della candidatura alle Olimpiadi e' proprio  Napoli". Lo scrive Matteo Renzi nel suo libro 'Avanti', di cui 'Il Mattino' ha pubblicato alcune anticipazioni.

Quella delle Olimpiadi "per Napoli - aggiunge Renzi - sarebbe la svolta, come lo  fu per Barcellona nel 1992: percorso peraltro simile, considerando che la Barcellona degli anni ottanta non era come la Barcellona di oggi, e che proprio le Olimpiadi sono state il fattore di svolta". L'idea di un candidatura di Napoli alle Olimpiadi era stata  lanciata anche dal sindaco Luigi de Magistris dopo che Roma aveva fatto un passo indietro.
 

Scritto da 
  • redazione web
Accedi per lasciare commenti

Ti potrebbe interessare anche

Giro d'Italia 2018, tappa 18: Abbiategrasso - Prato Nevoso

Giro d'Italia: 18esima tappa a Schachmann, Yates resta in rosa

Il tedesco: "Ero fiducioso di poter vincere contro i miei ultimi avversari"

Quirinale, Consultazioni

Salvini: "Pace fiscale e autonomia le priorità". E insiste su Savona al Mef

Una persona che vuole ridiscutere le regole europee "è un vanto per l'Italia, non un disvalore"

Quirinale, terzo giro di consultazioni per la formazione del nuovo governo

Berlusconi attacca: "FI non sosterrà il governo, incompatibili con M5S"

Il leader forzista si scaglia contro "l'ideologia pauperista e giustizialista dei grillini"

Giuseppe Conte arriva alla Camera per le consultazioni

Conte incontra i partiti. Colle: "Problema non sono veti, ma diktat a Mattarella e premier incaricato"

Salvini e Di Maio blindano Savona. Irritazione del Quirinale: "Non si limiti autonomia del presidente del Consiglio"