Mercoledì 25 Gennaio 2017 - 12:00

Renzi lancia il suo blog: Ricominciamo, il futuro torna

"Questo Blog non è pensato per i reduci" sottolinea il segretario Pd

Renzi lancia il suo blog: RIcominciamo, il futuro torna

Ricominciamo. Anche con un blog 'Il futuro, prima o poi, torna'". Così il segretario del Pd Matteo Renzi su Twitter, rimandando a un link, ha lanciato il suo nuovo blog

 

 

"Questo Blog non è pensato per i reduci. É un luogo dove camminare verso il futuro. Insieme, in tanti. La sconfitta al referendum ci ha fatto male, vorrei vedere il contrario. Con le riforme, volevamo un Paese più semplice e più forte: è andata male. Volevo tagliare centinaia di poltrone e alla fine l'unica che è saltata come era giusto e doveroso che fosse è stata la mia" ha scritto l'ex presidente del Consiglio nel primo post del blog.

"Ma anche quella sconfitta appartiene al passato. E ci sono milioni di italiani, milioni, che hanno votato "sì" e che vogliono vedere tornare il futuro. Questo Blog non è solo mio, è di tutti loro. Ed è anche di chi ha votato "no" ma ha voglia di dare un contributo, di discutere, di confrontarsi. Perché nel tempo dell'insulto e dello scontro, è bello dialogare. È bello essere civili, senza sciacallaggi, polemiche, odio ad personam. Noi siamo quelli che fanno politica per qualcosa, non contro qualcuno" ha chiuso  il segretario Pd sul suo nuovo blog.

'DISCUTEREMO DI TUTTO'. "Noi siamo quelli che fanno politica per qualcosa, non contro qualcuno. Discuteremo di tutto. A cominciare, già dalle prossime ore, dal ruolo dell'Europa in questa fase delicata. A cosa servono le istituzioni europee in un'era che i commentatori immaginano dominata dal rapporto Trump-Putin (tutto da verificare, peraltro)? A cosa serve l'idea dell'Europa nata a Ventotene? A inviare letterine ridicole per chiedere assurde correzioni sul deficit, come quelle che ci hanno inviato senza risultati per tre anni? Davanti a 45mila scosse di terremoto e all'inadempienza dell'Unione Europea sugli immigrati, come rispondiamo non alle regole ù che rispettiamo ù ma alle miopi interpretazioni delle regole fatte da qualche euro burocrate?".

"E ancora: che spazio c'è per un centrosinistra che tagli le tasse come è doveroso che si continui a fare in Italia - si chiede Renzi sul blog -, che trovi una forma di protezione per i nuovi esclusi dalla globalizzazione, che combatta la povertà partendo dai bambini e dalla crescita, che usi l'innovazione non solo per digitalizzare i servizi ma anche per rendere più competitiva l'Italia, che non segua lo sciacallaggio quotidiano ma investa su Casa Italia come pensata da Renzo Piano, che sappia coniugare in modo nuovo la parola sicurezza? E l'elenco potrebbe continuare a lungo. Vi aspetto in giro per l'Italia. Ma vi aspetto anche qui, con i vostri commenti, contributi, idee. Il futuro, prima o poi, torna. A noi il compito di costruirlo, non solo di aspettarlo".

'LETTERE RIDICOLE UE'. "A cosa serve l'idea dell'Europa nata a Ventotene? A inviare letterine ridicole per chiedere assurde correzioni sul deficit, come quelle che ci hanno inviato senza risultati per tre anni? Davanti a 45mila scosse di terremoto e all'inadempienza dell'Unione Europea sugli immigrati, come rispondiamo non alle regole ù che rispettiamo ù ma alle miopi interpretazioni delle regole fatte da qualche euro burocrate?". 
 

 

Scritto da 
  • redazione web
Tags 
Accedi per lasciare commenti

Ti potrebbe interessare anche

Montecitorio, fiaccolata in memoria di Giulio Regeni a due anni dalla sua morte

Regeni, Salvini vola da Al-Sisi: "Giustizia rapida per Giulio"

Il ministro dell'Interno in Egitto: "Il presidente ha assicurato che sarà fatta chiarezza"

Migranti, altri morti e scontro Open Arms-Salvini. Mattarella invoca 'accoglienza'

Una imbarcazione è affondata al largo del nord di Cipro e il bilancio è di almeno 19 morti. Un'altra nave con migranti a bordo bloccata di fronte alla Tunisia

Commissione Vigilanza Rai. Eletto il Presidente Alberto Barachini

Rai, Alberto Barachini: chi è il nuovo presidente della vigilanza

Giornalista, dal 1999 è cresciuto nella squadra Mediaset. Alle ultime elezioni politiche, Silvio Berlusconi lo ha voluto nella squadra dei candidati azzurri

Giustizia, il ministro Bonafede al Csm

Legittima difesa, Bonafede: "No alla liberalizzazione delle armi". M5S frena

Salvini precisa: "No pistole vendute in tabaccheria. Niente modello americano". Il premier Conte: "No alla giustizia privata"