Lunedì 15 Maggio 2017 - 17:15

'Renzi e Boschi non sc...': nuova polemica sul titolo di 'Libero'

Raggi vittima di un titolo simile: "Deprecabili offese sessiste"

'Renzi e Boschi non sc...': nuova polemica sul titolo di 'Libero'

Nuova polemica su 'Libero' e i suoi titoli controversi. Quello scelto per la prima pagina di oggi è 'Renzi e Boschi non scopano': il riferimento è al 'ramazza day', iniziativa durante la quale diversi membri del Pd si sono riversati per le strade di Roma per liberarla dai rifiuti, ma l'allusione sessuale è più che evidente. Dal partito si alza la voce di Alessandra Moretti, che su Twitter scrive: "Ditemi se Libero può essere considerato un giornale".

 

 

Critica anche l'Unità, che punta il dito contro il "sessismo" del quotidiano. 

 

 

LEGGI ANCHE Raggi 'patata bollente': pioggia di critiche su 'Libero' 

Dello stesso parere la sindaca Virginia Raggi, che tempo fa era stata vittima di un titolo dello stesso stampo ('Patata bollente'). "Vergognoso attacco di Libero. Sempre deprecabili offese sessiste. Stampa libera è altro", cinguetta la pentastellata.

 

 

 

 

Scritto da 
  • redazione web
Accedi o registrati per inserire commenti.

Ti potrebbe interessare anche

Piazza Montecitorio - Manifestazione del M5S contro il Rosatellum

M5S, Morra: "Alleanze? Chi vuole combattere per nostro programma ben venga"

Il senatore commenta le parole di Beppe Grillo e ribadisce la linea di Di Maio, senza escludere dunque apporti esterni dopo il voto

Liliana Segre, reduce di Auschwitz

Chi è Liliana Segre, sopravvissuta all'Olocausto e nuova senatrice a vita

Vittima delle leggi razziali del fascismo, il 30 gennaio 1944 venne deportata con il padre in Germania e poi al campo di concentramento di Birkenau-Auschwitz

Porta a porta, ospiti Danilo Toninelli e Matteo Orfini

Pd, Orfini: "LeU? Evitiamo scenari confusi alla D'Alema. No larghe intese"

Per il presidente del Partito democratico Renzi è la prima scelta per palazzo Chigi, senza escluderne però altri. E l'obiettivo da raggiungere alle urne è il 25%

Milano, convegno "Fare pace è un'impresa"

Olocausto, Mattarella nomina Liliana Segre senatrice a vita

Sopravvissuta ai campi di concentramento, ha ricevuto la carica per il suo impegno nel campo sociale