Mercoledì 31 Maggio 2017 - 20:00

Renzi contro Alfano: Ministro di tutto e teme soglia del 5%

La replica del leader di Ap: "Matteo insulta, ma la vera domanda è: farà cadere anche Gentiloni o no?"

Renzi contro Alfano: Ha fatto ministro di tutto e teme soglia 5%

Il relatore alla legge elettorale, Emanuele Fiano, ha depositato il maxiemendamento in commissione Affari Costituzionali della Camera. Il testo sostituisce il Rosatellum a favore del sistema tedesco. Sono ammesse le pluricandidature nella quota dei listini bloccati, ma per un massimo di 3, consentendo così una sola candidatura in un solo collegio uninominale e al massimo tre pluricandidature nei listini bloccati.

SCONTRO RENZI-ALFANO. "Se quelli non prendono il 5% e stanno fuori non è un dramma. Se dopo anni che sei stato al Governo e hai fatto il ministro di tutto non prendi il 5% non possiamo bloccar tutto", attacca intanto il segretario del Pd Matteo Renzi nel corso della puntata di 'Porta a porta' che andrà in onda questa sera. Alfano dice che faccio cadere i Governi per tornare a palazzo Chigi? "Se io avessi voluto sarei rimasto a palazzo Chigi. Lui mi diceva di restare. Ho impressione che sia più la paura loro di non tornarci. Non è accettabile nel 2017 il veto dei piccoli partiti".

"Il 5% regge? Secondo me sì. Berlusconi ha detto in un'intervista che farebbe l'8%, mi ha chiamato e mi ha detto 'Facciamo il 6%, secondo me anche il M5S ci sta'. Ma gli ho detto lasciamo stare, lasciamo il 5 come nel Tedesco". "Certo - ha aggiunto - la partita non è chiusa, ma mi pare che vada. Se non viene approvata io non so..che succede? Si va a votare con il Consultellum è la soglia è all'8%".

A stretto giro arriva la replica del leader di Ap: "Renzi insulta, ma sfugge alla domanda cruciale: Fa cadere anche il governo Gentiloni oppure no?".

TESTO IN AULA IL 5 GIUGNO. E' stato scongiurato nel frattempo lo slittamento del testo: l'arrivo della legge elettorale nell'aula della Camera rimane fissato al 5 giugno. A stabilirlo, a larga maggioranza, la conferenza dei capigruppo di Montecitorio. Accolta, quindi, la linea di Pd, FI, M5S, Lega e Ala-Sc (in rappresentanza di 455 deputati su 630). La presidente Boldrini "pur comprendendo le ragioni di chi chiedeva più tempo ma non ha potuto non prendere atto - viene riferito - dell'ampia maggioranza". "Appare possibile chiudere il provvedimento - ha aggiunto Boldrini - entro la prossima settimana". Era stato stabilito un ampio contingentimento dei tempi e si è scelto di utilizzare le 22 ore già previste per l'Italicum.

Scritto da 
  • redazione web
Accedi o registrati per inserire commenti.

Ti potrebbe interessare anche

Bormio, il comizio di Matteo Salvini

Ius soli, Lega contro Papa: Lo faccia in Vaticano

Il centrodestra, senza entrare nel merito, prende le distanze dalla legge, mentre la Lega è durissima

Paolo Gentiloni al Meeting di Rimini 2017

Terrorismo, Gentiloni: Nessuno salvo, non rinunceremo a libertà

All'indomani delle minacce Isis all'Italia, il premier e il ministro degli Affari Esteri parlano della sicurezza in Italia

Palazzo Chigi - Consiglio dei Ministri

Ius soli, Gentiloni riapre partita: Conquista di civiltà. Salvini: Follia

"Diventando cittadini italiani si acquisiscono diritti ma anche doveri", dice il premier. Durissima la risposa della destra

Ministero dell'Interno. Firma del "Patto nazionale per un Islam italiano"

Terrorismo, due marocchini e un siriano espulsi da Italia

Con questi rimpatri, 70 nel solo 2017, salgono a 202 i soggetti gravitanti in ambienti dell'estremismo religioso espulsi