Domenica 23 Ottobre 2016 - 16:45

Renzi: C'è chi ha endorsement di D'Alema e chi ha quello di Obama

"La legge di Bilancio va mandata entro il 20 ottobre, il termine non è perentorio. Arriverà entro questa settimana"

Matteo Renzi ospite a "In Mezz'Ora"

"Quello di Obama è stato un endorsement per l'Italia, non per me". Inizia così l'intervento del premier Matteo Renzi a 'In mezz'ora'. A Lucia Annunziata, che lo incalzava, ha ribattuto: "Ciascuno si tiene il proprio endorsement. C'è chi si tiene D'Alema e chi si tiene Obama".

Sempre in merito a referendum e riforma costituzionale, Renzi ha dichiarato: "Ciascuno ha la sua idea. Chi voleva ridurre i deputati, chi i senatori, chi voleva abolire il Senato. Chi, come me, voleva mandare solo i sindaci. Ma ora c'è una proposta che supera il bicameralismo. Solo da noi Camera fanno le stesse cose. Bisogna scegliere se semplificare o tenersi quello che c'è". 

Si passa poi al tema del fisco: "Se hai un sistema come quello disegnato da Visco in passato, che ti mangia tutto e a ipotecare la casa per un debito di 10mila euro, è giusto tenerlo? Non c'è condono, se hai preso la multa la paghi. Ma non paghi più quegli interessi vergognosi. Se uno ha preso una multa da 100 euro, è giusto che passi a 500 o 1.000 euro?", ha affermato il premier. 

Questo, ha sottolineato, non c'entra nulla con le obiezioni Ue: "La norma - ha aggiunto - non l'abbiamo ritirata e l'Europa non l'ha neanche vista questa norma. Si continuano a pagare le multe ma non gli interessi".

"La legge di Bilancio va mandata entro il 20 ottobre, il termine non è perentorio. Arriverà entro questa settimana", ha aggiunto Renzi

Scritto da 
  • redazione web
Accedi o registrati per inserire commenti.

Ti potrebbe interessare anche

Terza giornata di consultazioni per Mattarella: oggi al Colle i 'big' Pd, Fi e M5S

Terza giornata di consultazioni per Mattarella: oggi al Colle i 'big' Pd, Fi e M5S

Berlusconi non esclude l'ipotesi Gentiloni per riformare la legge elettorale e poi andare al voto

Renzi trova la quadra nel Pd: Gentiloni per riformare l'Italicum e poi al voto

Renzi trova la quadra nel Pd: Gentiloni per riformare l'Italicum e poi al voto

Il nome del ministro degli Esteri è quello più quotato tra i dem per superare la crisi di governo

Governo, Sgarbi: Al voto subito? Ieri sera Renzi mi ha detto 'Chiaro'

Governo, Sgarbi: Al voto subito? Ieri sera Renzi mi ha detto 'Chiaro'

"Io credo - ha concluso - che, se si va a votare oggi, Renzi vince e il suo primo alleato è Berlusconi"

Crisi, Orlando: Un governo di legislatura è incomprensibile

Crisi, Orlando: Un governo di legislatura è incomprensibile

"Io ho sempre sostenuto che non si poteva prescindere dal presidente della Repubblica" dice il ministro alla Giustizia