Giovedì 21 Aprile 2016 - 16:00

Tutti i segreti dell'immagine pubblica della regina

Look colorato, cappelli, orli rinforzati e abiti schedati: ecco i trucchi di Elisabetta II

Regno Unito, tutti i segreti dell'immagine pubblica della regina

La regina Elisabetta II compie oggi 90 anni ed è la monarca più longeva sul trono d'Inghilterra. Il suo regno è il più lungo della storia britannica, avendo superato il 9 settembre 2015, il record della sua trisavola, la regina Vittoria, ed è il più lungo in assoluto per una regina. Nel mondo conta 125 milioni di sudditi e ha visto avvicendarsi 12 primi ministri del Regno Unito. 

IL LOOK COLORATO. La regina, seppur conservatrice nella foggia dei suoi vestiti, è famosa per i soprabiti dai colori forti e per i cappelli decorativi. Scelte che le consentono di essere riconoscibile e distinta facilmente tra la folla. Elisabetta II ha una squadra di 12 persone che cura il suo guardaroba, coordinata dallo stilista Stewart Parvin, al servizio di Sua maestà da oltre 11 anni. Lo stilista, recentemente insignito dell'onorificenza dell'Ordine reale vittoriano per i servizi resi alla monarca con distinzione, rivela di tanto in tanto sulla stampa inglese qualche abitudine curiosa del 'dietro le quinte' dell'immagine della regina. 

PICCOLI TRUCCI DI GUARDAROBA. Sulle pagine di Vogue, ad esempio, si legge che le scarpe nuove di Elisabetta, prima di essere consegnate alla regina, sono indossate da una assistente per ammorbidirle. Non solo, in un'intervista al Sunday Times, lo stilista ha confidato di inserire negli abiti una spallina un po' più alta dell'altra per regolarizzare le spalle, in modo da avere sua silhouette perfetta. "Tutti hanno un braccio più lungo dell'altro o una gamba più lunga dell'altra, facciamo piccoli arrangiamenti per rendere il tutto perfetto", ha spiegato Parvin. 

OGNI ABITO E' SCHEDATO. C'è un'organizzazione quasi militare del guardaroba reale. "Ogni abito ha un nome", ha detto il designer al Times. "Schediamo e cataloghiamo i vestiti in base a dove e di fronte a chi sono stati indossati". Un pratica meticolosa che scongiura il rischio che la regina incontri la stessa persona indossando due volte lo stesso vestito. Fino ad oggi sono tre gli stilisti, rigorosamente inglesi, che hanno avuto cura del suo look. Il primo è stato Norman Hartnell che ha disegnato gli abiti per i momenti più significati della sua vita, come il vestito da sposa e quello per l'incoronazione. Il secondo è Hardy Amies che si è preso cura del guardaroba della regina fino al Giubileo del 2002 e poi Angela Kelly, attuale sua assistente personale. 

ORLI RINFORZATI PER EVITARE INCIDENTI. Elisabetta II non ama particolarmente tailleur e completi, predilige invece abiti interi e dritti a tinta unita. Una scelta che strizza l'occhio alla praticità: infatti evita che folate di vento sollevino gli orli. Allo stesso scopo, uno dei trucchi usati dal suo staff è quello di rinforzare l'orlo della gonna così da farla cadere sempre dritta e non incorrere a incidenti di guardaroba. 

COLORI SORBETTO PER LA SUA SICUREZZA. I colori accesi dell'arcobaleno, le tinte sorbetto e pastello sono le sue preferite. Azzurro, rosa, lilla e giallo sono le nuance che la regina indossa più volentieri soprattutto nelle occasioni ufficiali. La scelta dei colori vivaci non è solo dovuta a fattori di gusto ma è anche legata a motivi di sicurezza. "Se vi chiedete il motivo per cui lei indossa i colori pop, posso dire che c'è una ragione valida: il suo abbigliamento viene scelto in modo che sia visibile anche a distanza", ha spiegato Parvin. 

ABITO PREFERITO? GIALLO LIMONE. Tra le curiosità che il suo personale designer ha snocciolato sulle pagine dei tabloid inglesi, emerge anche che il suo colore preferito è il giallo, specialmente quello del vestito indossato in occasione del matrimonio del nipote William con Kate Middleton. 

CENTINAIA DI CAPPELLI. Lo stile reale della regina Elisabetta si distingue anche per l'uso frequente di cappelli. Può sceglierne tra centinaia, 350 creati solo da Frederick Fox in 34 anni, che passò nel 2013 il testimone alla stilista Rachel Trevor Morgan. 

I GIOIELLI? SOLO DI FAMIGLIA. Per quanto riguarda i gioielli è Angela Kelly che se ne occupa. La vastità della collezione dei preziosi della famiglia reale può creare confusione. E' l'assistente personale della regina quindi che, per rendere la scelta più facile, seleziona una rosa di tre o quattro monili, scegliendo generalmente tra quelli che appartenevano a sua nonna regina Mary.

AFFEZIONATA ALLO STESSO PARRUCCHIERE. Il parrucchiere che si occupa dei capelli della regina da più di 19 anni è Ian Carmichael: si reca a Buckingham Palace una o due volte la settimana e segue sua maestà anche nelle trasferte. 

USO DELLA BORSA COME SEGNALE AL PERSONALE. Anche le borse e le borsette della regina sono finite nel mirino degli appassionati di moda. Uno dei brand più usati da Elisabetta II è Launer London, specialista nella pelletteria di lusso. Pare che la borsetta sia anche usata dalla reale per inviare segnali al suo personale. Stando a un articolo del Telegraph "se la regina pone la borsetta sul tavolo a cena, segnala di voler chiudere l'evento a cui sta prendendo parte. Se invece mette la borsa sul pavimento indica che la conversazione non è più di suo gradimento e invita la sua dama a trarla in salvo".

UN OMBRELLO PER OGNI ABITO. La regina ha una collezione di ombrelli trasparenti realizzati da Fulton, ogni modello ha una bordatura colorata in modo diverso in modo da trovare sempre una corrispondenza con il suo abbigliamento.

Scritto da 
  • redazione web
Accedi o registrati per inserire commenti.

Ti potrebbe interessare anche

L'aeroporto di Amsterdam circondato dai media e dalla curiosita' della gente dopo l'incidente aereo di ieri

Amsterdam uomo con coltello all'aeroporto. Colpito dalla polizia

La persona agitava l'arma contro le persone. Gli hanno sparato. Zona interdetta

Gerusalemme capitale, ancora proteste in tutto il mondo musulmano

Gerusalemme, 2 palestinesi morti e oltre 100 feriti nelle proteste

La prima "giornata della rabbia". Le vittime sono due uomini. Hamas invita ad assediare le ambasciate Usa nel mondo

Migranti, affondato un barcone al largo delle coste libiche

Migranti, Gentiloni attacca: "Inaccettabile indisponibilità di alcuni Paesi"

Il premier al vertice Ue di Bruxelles: "Le regole non sono optional". Unicef: "400 bambini annegati nel Mediterraneo nel 2017"