Martedì 07 Giugno 2016 - 08:45

Reggio Calabria, sequestrata piantagione marijuana di oltre 16 kg

Le piante, in ottime condizioni vegetative e ben nascoste all'interno della fitta vegetazione, erano più di 200

Reggio Calabria, sequestrata piantagione marijuana di oltre 16 kg

Le fiamme gialle del comando provinciale della guardia di finanza di Reggio Calabria, compagnia di Melito Porto Salvo, hanno sequestrato d'intesa con la Procura della Repubblica di Reggio Calabria, in un terreno nel Comune di Condofuri Marina (Rc) una piantagione di cannabis sativa.
Le piante, in ottime condizioni vegetative e ben nascoste all'interno della fitta vegetazione, erano più di 200 e avevano un'altezza media di mezzo metro. Sono stati sequestrati circa 16,8 kg di marijuana. Oltre allo stupefacente è stato sequestrato l'intero impianto di irrigazione. Inoltre sono stati sequestrati gli attrezzi agricoli ed i fertilizzanti utilizzati per la coltivazione.

Scritto da 
  • redazione web
Accedi per lasciare commenti

Ti potrebbe interessare anche

Roberto Izzo in aula per deporre durante il processo per la strage di Piazza Loggia

Morte Corazzin, sindaco San Vito al Tagliamento: "Verità per Rossella"

Parla Antonio Di Bisceglie, primo cittadino del Comune dove viveva la 17enne che, secondo la testimonianza del Angelo Izzo, sarebbe stata rapita e uccisa da un branco di giovani

Vigili del Fuoco controllano la facciata della Biblioteca Civica Centrale

Roma, giù dal cavalcavia dell'A24: morti suicidi due fratelli gemelli

È successo sull'autostrada Roma l'Aquila, subito dopo Tivoli. Avevano 56 anni

Valanga in Valmalenco, morti due scialpinisti

Trento, valanga travolge un gruppo di scialpinisti: recuperati 3 feriti gravi

Mentre salivano in cordata il canalone Breloni, a San Martino di Castrozza, sono stati investiti da una placca di neve staccatasi dalla parete

Ritardi partenze treni direzione nord Italia

Sciopero treni 26-27 maggio: possibili disagi per i viaggiatori

Tre le mobilitazioni: due di Cat per il rinnovo dei contratti, l'altra di Orsa dopo l'incidente ferroviario nel Torinese