Martedì 07 Novembre 2017 - 08:15

Reggio Calabria, maxi blitz anti 'ndrangheta: cinquanta arresti

I reati contestati vanno dall'associazione mafiosa alla ricettazione, passando per estorsione e minacce

Sequestro beni famiglia Cosentino

È in corso dalle prime ore di questa mattina una vasta operazione dell'Arma dei Carabinieri e della Polizia di Stato, coordinata dalla Direzione Distrettuale Antimafia della Procura della Repubblica di Reggio Calabria, finalizzata all'esecuzione di 50 misure cautelari nei confronti di altrettanti soggetti, ritenuti responsabili, a vario titolo, di associazione mafiosa, estorsione, illecita concorrenza con violenza e minaccia, turbata libertà degli incanti, falsità ideologica commessa da pubblico ufficiale in atti pubblici, violenza e minaccia a pubblico ufficiale, associazione finalizzata al traffico di sostanze stupefacenti, detenzione e porto illegale di armi clandestine e munizionamento, ricettazione, commessi con l'aggravante del ricorso al metodo mafioso, ovvero al fine di agevolare la 'ndrangheta. Sono in corso anche diverse perquisizioni e alcuni sequestri di beni. I particolari dell'operazione saranno resi noti nel corso di una conferenza stampa che si terrà alle ore 11.00 presso la Procura della Repubblica di Reggio Calabria.

'CUMPS - Banco Nuovo' è il nome che gli inquirenti hanno dato all'operazione. L'inchiesta della D.D.A. di Reggio Calabria ha svelato l'operatività di diverse articolazioni della 'ndrangheta sui centri di Brancaleone, Africo e Bruzzano Zeffirio, i nuovi assetti organizzativi e i ruoli rivestiti dagli affiliati, rimodellati all'indomani della 'pace' raggiunta dalle cosche dopo la sanguinosa faida di Africo-Motticella, che aveva visto affermarsi i gruppi Palamara-Scriva e Mollica-Morabito. La riorganizzazione degli assetti della 'ndrangheta sul territorio di Brancaleone ha dato origine ad un 'Banco nuovo', ovvero una nuova locale caratterizzata dalla spiccata tendenza degli affiliati a controllare i lavori e le opere pubbliche del comune. Le indagini hanno portato alla luce l'esistenza di una pericolosa cellula di 'ndrangheta, di nuova generazione, definita 'CUMPS'.

Accedi per lasciare commenti

Ti potrebbe interessare anche

Antimafia, commemorazione del giudice Paolo Borsellino alla biblioteca comunale

Morta Rita Borsellino, sorella di Paolo, magistrato ucciso dalla mafia

L'europarlamentare si è spenta a 73 anni a Palermo dopo una lunga malattia

Tanti giovani, tante storie spezzate sul ponte crollato

I ragazzi di Torre del Greco, i tre francesi in Italia per un Teknival. I fidanzati che partivano per le vacanze e tanti che andavano al lavoro

Genova, crolla ponte sull’A10

Crollo ponte Morandi, viabilità modificata in Liguria: vie alternative

I milioni di veicoli che ogni anno vi transitavano dovranno utilizzare altri itinerari, appesantendo la rete autostradale

Calano sbarchi, omicidi e rapine, ma Salvini non festeggia

I risultati sulla sicurezza passano in sordina nel giorno di lutto per la tragedia di Genova