Giovedì 21 Dicembre 2017 - 16:00

Regeni, vertice tra procure: dall'Egitto nuovi elementi probatori

Oggi l'incontro al Cairo sul caso del ricercatore torturato e ucciso

Manifestazione in ricordo di Giulio Regeni

Piccoli passi avanti sul caso Regeni. Nel corso dell'incontro tra procure che si è tenuto oggi al Cairo, si legge nella nota congiunta diffusa al termine della riunione, "sono stati consegnati, dal team investigativo egiziano, verbali e documenti concernenti nuovi elementi probatori". All'incontro hanno partecipato il procuratore generale della Repubblica Araba di Egitto Nabeel A. Sadek, il procuratore della repubblica di Roma, Giuseppe Pignatone e il pm Sergio Colaiocco.

"I magistrati - prosegue la nota - hanno proceduto a un'approfondita disanima dei nuovi elementi che i due uffici si sono scambiati". "Vi è stato, inoltre, un aggiornamento sullo stato di avanzamento dei lavori della società incaricata del recupero dei video della metropolitana de Il Cairo - scrivono i magistrati al termine dell'incontro -. Successivamente i magistrati italiani hanno illustrato un'articolata e attenta ricostruzione dei fatti effettuata dalla polizia giudiziaria italiana, sulla base degli atti fin qui consegnati dall'Egitto in via rogatoriale, da ultimo in data 14 agosto scorso. La procura generale egiziana ha ricevuto una copia dell'informativa e proseguirà, quindi, le indagini, sulla base delle ipotesi investigative formulate dai due uffici".

Tags 
Accedi per lasciare commenti

Ti potrebbe interessare anche

Calabria, ucciso a colpi di pistola in spiaggia a Nicotera Marina

Omicidio in spiaggia a Nicotera: si costituisce presunto killer

Francesco Timpano era stato freddato in un noto lido balneare il 12 agosto scorso

THEMENBILD, Tourismus am Mont Blanc

Muore alpinista italiano sul Monte Bianco. Saliva in solitaria non assicurato

La tragedia sulle Grandes Jorasses. Caduta di 600 metri. Due vittime domenica sul versante svizzero del Cervino

Maltempo in Calabria, escursionisti travolti dalla piena di un torrente: otto morti

Tragedia nelle gole del Raganello a Civita di Castrovillari (Cosenza). Cinque dispersi, 23 salvati

Crollo ponte Genova: posizionato georadar che monitora i tronconi

Il Procuratore Cozzi: "Inchiesta lunga. Non escluse concause geologiche o sismiche"

Parla a LaPresse il capo della Procura di Genova. Esclusa la questione del meteo. Autorizzate rimozioni. Imprevedibilità? "No, un ponte è fatto per stare in piedi"