Giovedì 10 Marzo 2016 - 13:30

Regeni, Parlamento Ue condanna Egitto: Verità per Giulio

Strasburgo invita Egitto a fornire a Italia i documenti necessari. E i pm del Cairo chiedono incontro con magistrati romani

Manifestazione per Giulio Regeni davanti l'Ambasciata di Egitto

Sì del Parlamento europeo ad una risoluzione bipartisan che "condanna con forza la tortura e l'assassinio in circostanze sospette del cittadino europeo Giulio Regeni" e chiede che l'Egitto fornisca alle autorità italiane "tutti i documenti necessari e le informazioni" per stabilire la verità sul caso del ricercatore italiano ucciso al Cairo. Il testo è stato approvato con 588 sì, 10 no e 59 astenuti.

CONTESTO DI TORTURA. Il caso, hanno dichiarato i parlamentari, "non è un incidente isolato ma è avvenuto in un contesto di tortura, morte in cella e sparizioni forzate in tutto l'Egitto negli anni recenti". Hanno espresso anche solidarietà e condoglianze alla famiglia del 28enne. Le autorità del Cairo, afferma la nota, dovrebbero fornire alle controparti italiane "tutti i documenti e le informazioni necessarie a consentire una veloce, trasparente e imparziale indagine congiunta", facendo ogni sforzo per "portare i responsabili del crimine davanti alla giustizia il prima possibile"

CARTELLI M5S. Nel corso del dibattito che si è tenuto al Parlamento europeo sul caso di Giulio Regeni, scomparso in Egitto il 25 febbraio e trovato morto dopo essere stato torturato, gli eurodeputati del Movimento 5 Stelle hanno esposto in aula alcuni cartelli con la scritta 'Verita' per Giulio Regeni'. "Pretendiamo che si faccia piena luce sull'omicidio barbaro e atroce di Giulio Regeni. I tentativi di depistaggio a poche ore dal ritrovamento del cadavere e le ambiguita' finora emerse nelle indagini gettano ombre inquietanti sulla condotta delle autorita' egiziane, che potrebbero far pensare a una lotta di potere interna tra diversi apparati", dichiarano gli eurodeputati del M5S.

PM CAIRO CHIEDONO VERTICE. Un incontro tra i magistrati del Cairo e quelli della Procura di Roma è in programma per "gli ultimi sviluppi investigativi relativi alla morte di Giulio Regeni". Così è affermato in una nota diffusa a piazzale Clodio firmata dal procuratore capo, Giuseppe Pignatone. Nello stesso comunicato si informa che stamane è stato ricevuto negli uffici di piazzale Clodio l'ambasciatore della Repubblica Araba d'Egitto, Amr Helmy. Sempre in base a quanto riferito, il diplomatico "ha invitato, a nome del procuratore generale della Repubblica Araba d'Egitto, Nabil Ahmed Sadek, i magistrati inquirenti a un incontro al Cairo".
 

Scritto da 
  • redazione web
Accedi o registrati per inserire commenti.

Ti potrebbe interessare anche

Pippa Middleton vince causa per violazione 3mila foto online

Pippa Middleton vince causa per violazione 3mila foto online

Per l'attacco il principale indiziato è il web-designer Nathan Wyatt

Israele, morto Shimon Peres a 93 anni

Israele, addio all'ex presidente Shimon Peres

Il politico, Nobel per la Pace nel 1994, è scomparso all'età di 93 anni. Obama: "Siamo in debito con lui"

Francia, dopo Nizza sventati altri attacchi in Costa azzurra

Francia, dopo Nizza sventati altri attacchi in Costa azzurra

Nel mirino eventi sportivi, scuole e luoghi di culto

Israele, chi è Shimon Peres: veterano politica, Nobel per accordi Oslo

Chi è Shimon Peres: veterano politica, Nobel per accordi Oslo

L'ex presidente è morto all'età di 93 anni, le sue condizioni si sono aggravate dopo un ictus