Mercoledì 13 Aprile 2016 - 12:45

Regeni, al Sisi: Noi egiziani abbiano creato problema, ma non le forze di sicurezza

Il presidente ha ribadito inoltre le sue condoglianze alla famiglia del ricercatore

Al Sisi

"Noi egiziani abbiano creato un problema con l'omicidio del giovane italiano (Giulio Regeni)". Lo ha dichiarato il presidente egiziano Abdel Fattah al Sisi, citato dal Daily News Egypt, durante un incontro con esponenti politici e ong in Parlamento al Cairo. Al Sisi ha ribadito inoltre le sue condoglianze alla famiglia del ricercatore.

Il presidente egiziano ha negato che le forze di sicurezza del Paese siano dietro l'uccisione di Regeni. Parlando in un discorso televisivo trasmesso alla nazione e ripreso dal quotidiano Al Ahram, al Sisi ha accusato "gente malvagia" in Egitto che "spaccia bugie e menzogne" sull'omicidio e che imbarazza il Paese.

Ieri, il ministro degli Esteri Paolo Gentiloni ha incontrato, al rientro dalla Libia, l'ambasciatore italiano in Egitto Maurizio Massari. E' quanto riferiscono fonti della Farnesina, secondo le quali durante l'incontro è stata fatta una prima valutazione sulle misure da prendere successive agli ultimi sviluppi dei rapporti con il Cairo in relazione al caso Regeni. Al momento è presto tuttavia, spiegano, per indicare quali misure saranno prese o quanto tempo Massari resterà in Italia.
 

Scritto da 
  • redazione web
Accedi o registrati per inserire commenti.

Ti potrebbe interessare anche

Ryanair strike

Ryanair, ancora grane: i piloti scioperano e la società minaccia sanzioni

L'offensiva dei piloti della compagnia arriva in scia all'annuncio di 20 mila cancellazioni di voli da parte di Ryanair

Iran, due violenti terremoti colpiscono il Paese

La terra ha tremato a nordest di Kerman e nell'area occidentale già colpita da un sisma lo scorso novembre. Non ci sono ancora notizie di danni o vittime