Domenica 20 Novembre 2016 - 14:30

Referendum, Salvini: Riforma è pasticciata e confusa

Il leader della Lega Nord è intervenuto a 'Domenica Live'

Matteo Salvini intervistato da Barbara d'Urso sulle ragioni del No al referendum

"Molti di quelli che hanno dichiarato che votano sì, penso a Roberto Benigni, hanno detto che questa riforma fa schifo. Io se una riforma fa schifo, non la voto". Lo ha detto il leader della Lega Nord, Matteo Salvini, intervenendo a 'Domenica Live', in merito al referendum costituzionale. Secondo Salvini si tratta di una riforma "pasticciata e confusa, che rende il Senato un dopolavoro per consiglieri regionali dandogli l'immunità". Il leader leaghista ha affermato che con la riforma i politici eletti "potranno cambiare 18 partiti senza mai mollare la poltrona, mentre io penso che se vieni eletto in un partito resti in quel partito e rinunci allo stipendio: non mi piacciono i voltagabbana e i traditori".
 

Scritto da 
  • redazione web
Accedi o registrati per inserire commenti.

Ti potrebbe interessare anche

Manifestazione nazionale "Mai più fascismi, mai più razzismi"

In piazza a Roma l'antifascismo. Tanta gente e prove di unità a sinistra

Corteo pacifico sotto la pioggia al corteo dell'Anpi e dei sindacati. Renzi, Gentiloni, Boldrini, Grasso, Camusso, Landini e Barbagallo in Piazza del Popolo

Beppe Grillo chiude la festa nazionale del Movimeto 5 Stelle a Palermo

M5S, Nuti: "Caiata? Filtri fanno acqua. Di Maio ormai è vecchio politico"

Il deputato dell'ala dura e pura del M5S è uno dei tre parlamentari siciliani coinvolti nell'indagine di Palermo sulle firme ricopiate alle elezioni comunali del 2012

Luigi Di Maio al Ministero dell'Economia

M5s, spunta il candidato condannato: altra tegola per Di Maio dopo il caso Caiata

Antonio Tasso, in corsa nel collegio di Manfredonia-Cerignola, si difende: "Tutti i miei certificati sono puliti"

Elezioni amministrative a Parma, i candidati al voto

Guida al voto: come funziona, cosa si può fare, cosa no e come li contano

Un vademecum per l'elettore alla luce delle novità e dei problemi del "Rosatellum" che andiamo ad applicare per la prima volta