Venerdì 16 Settembre 2016 - 07:15

Referendum, confronto con l'Anpi: premier fischiato

Il presidente dei partigiani Smuraglia: "Riforma fatta male"

Matteo Renzi incontra Carlo Smuraglia  per discutere sul referendum costituzionale

Oltre 1.500 sedie, alcune panche aggiunte all'ultimo minuto e centinaia di persone in piedi. L'organizzazione della Festa dell'Unità di Bologna parla di oltre 4000 persone accorse al Parco Nord per il confronto sul Referendum tra il premier, Matteo Renzi, e il presidente nazionale dell'Anpi, Carlo Smuraglia.

ANPI: RIFORMA FATTA MALE. "Ho accettato l'invito perché ho pensato che potesse essere l'occasione per dare un esempio di civiltà. Per un confronto senza toni esasperati". Così il presidente dell'Anpi Smuraglia al dibattito con il premier Renzi. "Bisogna aver rispetto di questo momento - ha aggiunto parlando del voto al referendum - e affrontarlo facendo in mondo che il popolo sovrano sia informato su quello che sta facendo". 

 "Quello che si doveva e voleva, cioè aggiustare questo ping pong tra Camere, si poteva fare in una settimana. Invece si sono persi due anni per fare, io ritengo, una riforma fatta male".  Smuraglia ha aggiunto:  "Quello che si doveva e voleva, cioè aggiustare questo ping pong tra Camere, si poteva fare in una settimana. Invece si sono persi due anni per fare, io ritengo, una riforma fatta male". 

RENZI: NOSTRO SISTEMA BAROCCO. "Si può votare 'sì', si può votare 'no'. Ma dire che è in gioco la democrazia è una presa in giro per il popolo italiano", ha sottolineato Renzi.  "Questo è un Paese che ha avuto un eccesso di politici e un difetto di politica con la 'p' maiuscola per quello che ritengo un sistema barocco. Il bicameralismo paritario non esiste in nessun altro Paese". 

Il premier bacchetta il pubblico per le frequenti interruzioni durante il dibattito con Carlo Smuraglia. "Le segnalo - dice Renzi a una signora seduta tra le prime file che urla 'A casa' - che c'è una procedura molto semplice per mandarmi a casa. Ci vado anche volentieri, non oggi che devo andare a Bratislava. Finchè c'è la fiducia del Parlamento io rimango a servire il mio Paese con buona pace sua e di chi interrompe il dibattito".

'NON BASTA UNA SETTIMANA'.  "Per fare una riforma costituzionale non è che ci vuole una settimana, come ha detto Smuraglia. Noi ci abbiamo messo due anni e mezzo facendo di corsa".  E ha sottolineato:  "Il referendum costituzionale riduce le poltrone, non gli spazi di democrazia". 

FISCHI CONTRO RENZI. Il premier fischiato durante il dibattito con il presidente dell'Anpi, Carlo Smuraglia, alla festa dell'Unità di Bologna. "In questi due anni ci sono più diritti per tanti e per tutti...", stava dicendo Renzi quando è stato interrotto dalla platea. Renzi poi si è rivolto a uno dei presenti che rumoreggiava. "Le auguro di prendersi una buona camomilla quando esce di qui", ha detto.

Scritto da 
  • redazione web
Accedi o registrati per inserire commenti.

Ti potrebbe interessare anche

Roma, Terza Conferenza nazionale sulla famiglia

Bankitalia, Mdp contro Boschi: "Non deve partecipare a Cdm"

Sul sottosegretario "grava un pesante conflitto di interessi che non può essere più ignorato"

Referendum sull'autonomia, la riunione della giunta

Referendum, Zaia: "Pronti a trattare con il governo". Salvini: "Lezione di democrazia"

Maroni difende il voto elettronico: "Ha funzionato bene, è il futuro"

P.zza Montecitorio, presidio in favore del testamento biologico

Biotestamento, l'appello dei sindaci: "Legge subito in Senato"

Tra i firmatari Raggi, Appendino, Sala e de Magistris

Sergio Mattarella in occasione dell'incontro con i Magistrati ordinari in tirocinio

Mattarella: "Inaccettabili credenze antiscientifiche che ostacolano vaccini"

L'intervento del capo dello Stato alla cerimonia 'I giorni della ricerca' contro il cancro al Quirinale