Venerdì 18 Novembre 2016 - 10:00

Referendum, Pisapia: Se vince il No Parlamento paralizzato e Paese instabile

"Non ho mai avuto paura a prendere posizioni anche scomode" precisa l'ex sindaco di Milano a Repubblica

Referendum, Pisapia: Se vince il No Parlamento paralizzato e Paese instabile

Se vincesse il No, avremmo "un Parlamento ancora più diviso, paralizzato e un periodo di instabilità politica che non farebbe bene al Paese". Lo dichiara l'ex sindaco di Milano Giuliano Pisapia, che, intervistato da La Repubblica sul referendum, si schiera per il Sì. "Non ho mai avuto paura a prendere posizioni anche scomode - precisa Pisapia -. Ma devo ribadire: mi rifiuto di scendere in guerra con i miei compagni di strada. Io credo in una sinistra larga, aperta, ragionevole e responsabile e non voglio accettare che il referendum e la lunga campagna elettorale diventi il 'casus belli' per una frattura senza ritorno. Nella mia idea di sinistra non c'è chi ha esultato per la vittoria di Trump, chi vuole costruire i muri in Europa, chi vuole lasciar naufragare i barconi dei disperati. Ma c'è chi vota Sì come chi vota No. Credo che dovremmo cercare di farci per strada il minor male possibile. E avendo un unico obiettivo: non regalare il Paese alle destre e ai populisti".

Scritto da 
  • redazione web
Accedi o registrati per inserire commenti.

Ti potrebbe interessare anche

Bormio, il comizio di Matteo Salvini

Ius soli, Lega contro Papa: Lo faccia in Vaticano

Il centrodestra, senza entrare nel merito, prende le distanze dalla legge, mentre la Lega è durissima

Paolo Gentiloni al Meeting di Rimini 2017

Terrorismo, Gentiloni: Nessuno salvo, non rinunceremo a libertà

All'indomani delle minacce Isis all'Italia, il premier e il ministro degli Affari Esteri parlano della sicurezza in Italia

Palazzo Chigi - Consiglio dei Ministri

Ius soli, Gentiloni riapre partita: Conquista di civiltà. Salvini: Follia

"Diventando cittadini italiani si acquisiscono diritti ma anche doveri", dice il premier. Durissima la risposa della destra

Ministero dell'Interno. Firma del "Patto nazionale per un Islam italiano"

Terrorismo, due marocchini e un siriano espulsi da Italia

Con questi rimpatri, 70 nel solo 2017, salgono a 202 i soggetti gravitanti in ambienti dell'estremismo religioso espulsi