Mercoledì 30 Novembre 2016 - 09:15

Referendum, l'appello di Di Maio: Il Popolo delle trivelle voti No

"Con la riforma perdiamo diritto di votare il Senato"

Referendum, l'appello di Di Maio: Il Popolo delle trivelle voti No

Gli italiani che si sono impegnati contro le trivelle votino No al referendum sulla riforma costituzionale. E' l'appello di Luigi Di Maio, che intervenendo a Rtl 102.5 ha ammonito che in questa riforma "è preoccupante la clausola di supremazia". "Se il governo vorrà depositare delle scorie radioattive nella mia città - ha fatto un esempio l'esponente del M5S - lo potrà fare. Per bloccare questa clausola di supremazia, il popolo delle trivelle deve andare a votare e votare No, ché possiamo farcela". "Con questa riforma perdiamo il diritto di votare il Senato", ha sottolineato il vice presidente della Camera, "ipartiti tradizionali italiani sanno che stanno perdendo gran parte dei Comuni e delle Regioni e provano ad accentrare tutti i poteri nelle mani dello Stato".

Scritto da 
  • redazione web
Accedi o registrati per inserire commenti.

Ti potrebbe interessare anche

Montecitorio, gli arrivi alla seduta inaugurale della nuova Camera della diciottesima legislatura

Di Maria (Pd): "Sul dialogo con M5S consultiamo gli iscritti"

Parla il tesoriere del gruppo dem alla Camera. "Premessa al dialogo: chiudere con la Lega. O parlano con loro o parlano con noi"

Elezioni Regionali Molise, vince Donato Toma

Molise, chi è presidente Toma che ha riportato il centrodestra a vittoria

Ha vinto grazie alla coalizione di centrodestra che aveva all'interno ben nove partiti

Quirinale -  Roberto Fico riceve il mandato esporativo

Governo, si apre forno M5S-Pd. A Fico il mandato, Di Maio molla Salvini

Il leghista furioso: "Questo incarico è una presa in giro". Marcucci e Orfini: "Non esistono condizioni per maggioranza con grillini"

Elezioni regionali Molise, chiusura campagna elettorale Movimento 5 stelle

Di Maio presenta contratto: "Non sarà esecutivo di coalizione"

Pubblicato sul Blog delle Stelle. Il professor Giacinto Della Cananea ha redatto il primo schema di accordo "che andrà approfondito insieme alla forza politica che accetterà di sedersi al tavolo con noi"