Venerdì 21 Ottobre 2016 - 14:00

Referendum, Grillo: Renzi toglie rappresentanza italiani estero

"La scheda elettorale per il Senato verrà loro scippata"

Referendum, Grillo: Renzi toglie rappresentanza italiani estero

"Cornuti e mazziati! La riforma costituzionale Renzi-Boschi-Verdini lascia senza rappresentanza politica 4,3 milioni di italiani che vivono e lavorano all'estero. Il nuovo Senato porta a Roma sindaci e consiglieri regionali ma lascia a casa i rappresentanti dei cittadini eletti nelle circoscrizioni estere. A volte è una scelta di vita, ma vivere all'estero per milioni di italiani oggi è una necessità: la disoccupazione cronica, la sfiducia verso chi amministra questo Paese, la mancanza di meritocrazia in tutti gli apparati pubblici spingono giovani (e non) a emigrare. Con questa riforma perdono anche il diritto di voto". E' quanto si legge in un post sul blog di Beppe Grillo.

"L'attuale Senato è composto da 315 membri (più i senatori a vita e gli ex Presidenti della Repubblica) e sei di questi vengono scelti e votati direttamente dagli italiani all'estero. Con la nuova riforma la scheda elettorale per il Senato verrà loro scippata. Eppure, e da qui il mostro giuridico concepito da Boschi e Verdini, il nuovo Senato avrà poteri importanti su materie decisive che riguardano anche i rapporti fra l'Italia e i partner stranieri (dalle leggi di revisione della costituzione a quelle relative all'attuazione delle politiche dell'Unione europea)", prosegue il post. "Secondo gli ultimi dati dell'Aire, aggiornati al 31 dicembre 2012, sono residenti all'estero 4.341.156 di italiani. In realtà, oggi sono molti di più. L'ultimo rapporto Migrantes - con dati aggiornati al 2015 - dice che sono 4,6 milioni. Questi dati sono, comunque, sottostimati perché non tengono in considerazione di tutti quei cittadini che non sono registrati all'Aire. Per Renzi gli italiani all'estero sono cittadini di serie B. C'è solo un modo per rispedire nelle fogne questo disegno anti-democratico. Andare a votare e votare No! Lo possono fare tutti gli italiani iscritti all'Aire e anche quelli che non lo sono ma si trovano temporaneamente all'estero. C'è tempo fino al 2 novembre per inviare la richiesta al proprio Comune", conclude.
 

Scritto da 
  • redazione web
Accedi per lasciare commenti

Ti potrebbe interessare anche

Roma, XI Convegno in ricordo di Marco Biagi

Dl dignità, Cazzola: "Nessuna manina, tutto già nel testo. È autorete Di Maio"

Il giuslavorista ed ex parlamentare del Pdl sul sospetto sollevato da Di Maio che nell'Inps qualcuno avesse cambiato le previsioni sulle perdite dei posti di lavoro (passate da 8mila a 80mila nella relazione tecnica)

Luigi Di Maio e Vincenzo Boccia ospiti di "Bersaglio Mobile"

Dl dignità, Boccia: "Bene incentivi assunzioni, attendiamo proposta"

Il presidente di Confindustria apre alle modifiche al decreto, ma conferma l'opposizione degli industriali alla stretta sui contratti a termine

TOPSHOT-LIBYA-EU-MIGRANTS-RESCUE

Migranti, Open Arms denuncia: "Libia lascia morire donna e bambino in mare". E attacca l'Italia

Salvini replica: "Da ong bugie e insulti, porti italiani chiusi". Quattro persone disperse dopo tuffo dal barcone, fermati gli scafisti

Migranti, Ue stoppa Salvini su porti in Libia. Sì alla mediazione Conte

La Commissione spinge per "soluzioni europee" e maggiore cooperazione tra gli Stati. No categorico sulla possibilità di riconoscere i porti libici come sicuri