Lunedì 05 Settembre 2016 - 14:45

D'Alema: Maggioranza non poteva cambiare la Costituzione

"E' trasformista, formata grazie alla trasmigrazione di parlamentari eletti"

Referendum, D'Alema: Maggioranza non ha mandato per cambiare Costituzione

La maggioranza che ha cambiato la Costituzione non aveva il mandato per farlo. E' una maggioranza trasformista, formata grazie alla trasmigrazione di parlamentari eletti sulla base di una legge incostituzionale" ha detto Massimo D'Alema alla assemblea per il No al referendum costituzionale. "Sarebbe un vizio di origine grave che costituisce un precedente preoccupante", ha aggiunto.

"Fonderemo, non qui perché aspettiamo altre adesioni, un comitato nazionale per il No. Il presidente sarà Guido Calvi" ha detto l'ex presidente del Consiglio "Calvi non ha la tessera del Pd", ha aggiunto ironico. Poco prima aveva sottolineato che "a noi il Pd non interessa".

ELETTORI. "Abbiamo promosso questa iniziativa su base della richiesta proveniente da tante parti del Paese. Si tratta di una richiesta che secondo me allude anche ad altro" ha specificato D'Alema"Esiste un fenomeno immenso che riguarda milioni di persone che hanno smesso di votare Pd, spesso segliendo di non votare, e di migliaia che non hanno rinnovato la tessera del Pd", ha aggiunto l'ex segretario Ds.
 

IL PD. "Siamo stati sottoposti ad accuse di ogni genere: noi non siamo qui per un'iniziativa che vuole dividere il Pd" sostiene D'Alema, "non abbiamo nuovi capicorrente. Non ci interessa il Pd come oggetto del nostro impegno, ma ci interessa il Paese. C'è un sistema democratico fortemente indebolito". "Ci sono quelli che sono e restano nel Pd, come il sottoscritto. Come ha affermato il presidente del Pd, vige la legittimità dell'opinione in dissenso", ha aggiunto.

Scritto da 
  • redazione web
Accedi o registrati per inserire commenti.

Ti potrebbe interessare anche

Conferenza stampa di Fratelli d'Italia sui risultati delle elezioni amministrative.

Centrodestra, Meloni apre danze in Sicilia: Noi con Musumeci

La leader di Fratelli D'Italia ha formalizzato il suo appoggio al candidato alla guida del dopo Crocetta

Convenzione Nazionale del Partito Democratico a Roma

Centrosinistra, Renzi ricuce con minoranza. Fratoianni spinge su Mdp

Orlando come Dario Franceschini spinge per introdurre il premio alla coalizione nella legge elettorale

Camera dei Deputati - pdl su abolizione vitalizi

Vitalizi, legge spacca i partiti. Orlando: Precedente pericoloso

La scia di polemiche si ingrossa l'indomani del via libera della Camera

Il "cavallo morente" simbolo della Rai in Viale Mazzini

Rai: Coletta nominato direttore di Rai3 dopo addio di Bignardi

Coletta ha iniziato la sua carriera in Rai nel 1991 come redattore e conduttore di programmi radiofonici