Mercoledì 14 Settembre 2016 - 08:45

Referendum, Bersani: Se cose stanno così voterò no

"Con Renzi non parlo dai tempi di Mattarella" e poi critica l'intervento dell'ambasciatore Usa

Pierluigi Bersani ospite a "diMartedì"

"Pd è casa mia, non ci penso assolutamente a tornare segretario. Io però penso che un segretario debba potersi rivolgere alla chiusura di una Festa dell'Unità in maniera amichevole a tutti i membri del partito". Lo ha detto l'ex segretario del Pd Pier Luigi Bersani, a 'diMartedì' su La7. "Se le cose stanno così voterò no", ha aggiunto.

Commentando le parole dell'ambasciatore Usa in Italia a favore del sì al referendum, Bersani ha sottolineato: "E' stato un interavento inappropriato, ognuno pensi in casa sua. E' un avvisaglia, chi l'ha messa così apre a speculazioni finanziarie e si presta alle incursioni su chi vuole mettere le mani sul nostro sistem". E ha aggiunto: "Bisogna raffreddare il clima". 

A 'diMartedì' Bersani ha, inoltre, spiegato: "Non parlo con Renzi dai tempi dell'elezione di Mattarella. Ormai non si è più nuovi dopo poco tempo, meglio l'usato sicuro che la rottamazione". 

Scritto da 
  • redazione web
Accedi o registrati per inserire commenti.

Ti potrebbe interessare anche

PD, parte il tour di Renzi in treno

Bankitalia, Renzi "Riconferma Visco non è sconfitta". Prodi: "Mozione improvvida"

Il segretario Pd insiste: "Il governo era d'accordo". Gentiloni: "Tutelerò autonomia"

Regione Lombardia, magazzino per i tablet e i materiali per il referendum

Referendum, come e quando si vota in Veneto: previsto il quorum

Domenica 22 ottobre seggi aperti dalle 7 alle 23

Camera - Presentazione programma banche del Movimento 5 Stelle

Bankitalia, Sibilia: Casini come generale che informa truppe nemiche

Il capogruppo del M5S nella commissione straordinaria sulle banche accusa il presidente della commissione di non aver avvisato l'ufficio di presidenza del vis à vis con il governatore della Banca d'Italia Ignazio Visco