Sabato 15 Ottobre 2016 - 17:30

Referendum, Berlusconi: Votiamo no, riforma contro democrazia

Siamo impegnati con "convinzione e determinazione" in questa battaglia

Referendum, Berlusconi: No convinto, riforma è contro democrazia

 "Quella del 'No' è una battaglia che ci vede impegnati con convinzione e con determinazione. Nelle prossime settimane in tutt'Italia daremo vita ad una serie di manifestazioni per spiegare sempre più a fondo le ragioni del nostro impegno, che è per una riforma vera, profonda, radicale delle nostre istituzioni". E' quanto si legge in un messaggio che il presidente Silvio Berlusconi ha affidato alla deputata Elvira Savino in occasione della 'Festa Azzurra' di Forza Italia in svolgimento a Corato (Bari).

"Una riforma, quella che abbiamo in mente, molto diversa da quella imposta dal Governo al Parlamento, che non cambia nulla in termini di efficienza e di risparmi, ma è pericolosa perchè riduce gli spazi di democrazia a tutto vantaggio di un solo partito e di una sola persona. E' per questo che -  spiega ancora Berlusconi - dopo aver tentato di collaborare al processo riformatore, ci siamo chiamati fuori quando abbiamo capito che non c'era buona fede da parte dei nostri interlocutori, non c'era una vera volontà di cambiamento, ma solo quella di assicurarsi il potere senza il consenso degli italiani".

Scritto da 
  • redazione web
Accedi o registrati per inserire commenti.

Ti potrebbe interessare anche

M5s, Cassimatis querela per diffamazione Grillo e Di Battista

M5s, Cassimatis querela Grillo e Di Battista e fa ricorso al Tar

"'Fidatevi di me' non esiste neppure nella Repubblica delle banane"

Tap, Emiliano: Governo utilizza forze dell'ordine per battaglia politica

Tap, Emiliano: Governo utilizza forze dell'ordine per battaglia politica

Continuano gli scontri tra agenti e manifestanti in protesta al cantiere di Melendugno

Gentiloni riceve i presidenti delle Regioni colpite dal sisma

Sisma, nel fondo ricostruzione 1 miliardo all'anno per 3 anni

Il premier dopo la riunione con i presidenti delle regioni colpite dal sisma: "Il decreto arriverà a metà aprile"