Venerdì 08 Dicembre 2017 - 19:45

Reale norvegese accusa Spacey: "Mi ha palpeggiato dopo il concerto per il Nobel"

Si allunga la lista di accusatori che puntano il dito contro l'attore

Nuove accuse di molestie per Kevin Spacey. Questa volta, secondo quanto riporta la Bbc, è l'ex genero del re di Norvegia a puntare il dito contro l'attore, sostenendo di essere stato palpeggiato dopo un concerto organizzato in occasione del conferimento del premio Nobel per la pace.

Ari Behn ha raccontato alla stazione radio P4 di essere stato molestato nel 2007 dopo l'evento, presentato proprio da Spacey. "Sono una persona generosa, ma così si va un po' oltre", ha detto Behn, che fino all'anno scorso era sposato con la figlia del re Harald, Martha Louise. Ricordando l'episodio, ha poi spiegato: "Abbiamo parlato a lungo, era seduto proprio accanto a me. Poi ha detto: 'Ehi, usciamo a fumarci una sigaretta', mette la mano sotto il tavolo e mi afferra per le p...". Con una scusa l'ex genero del re è poi riuscito ad allontanarsi.

"I miei capelli erano scuri in quel momento, avevo 10 anni in meno, probabilmente ero proprio il suo tipo", ha concluso Behn.

 

Accedi o registrati per inserire commenti.

Ti potrebbe interessare anche

Messico, rapper confessa: "Ho sciolto nell'acido tre studenti scomparsi"

Il cantante ha ammesso di essere stato assoldato dal cartello di Jalisco Nuova Generazione

Caso Alfie Evans, il padre incontra i medici per riportare il piccolo a casa

Alfie, il papà: "Mio figlio è ostaggio dell'ospedale. Grazie Italia, vi amiamo"

L'appello di Tom Evans al Papa: "Venga qui per rendersi conto. È ingiusto quello che stiamo subendo". Previsto incontro con i medici per discutere del ritorno a casa

Preso dopo 40 anni il serial killer della California. Era un poliziotto

Catturato il responsabile di una serie di omicidi e stupri avvenuti negli anni '70 e '80 nell'area di Sacramento. Joseph De Angelo, 72 anni, incastrato dal Dna

Washington: Macron al Congresso Usa

Macron a Congresso Usa: "Sì multilateralismo, mai armi nucleari a Iran"

Il presidente ha rimarcato l'amicizia franco-americana, gli "ideali e valori comuni", ringraziando Trump per il "forte simbolo" dell'invito alla Francia nella "prima visita di Stato"