Sabato 11 Giugno 2016 - 13:45

Rcs, promotori Opa pronti ad altri sforzi

I soci storici pensano a mettere ulteriori risorse oltre ai 150 milioni di euro di aumento già previsti

Mediobanca

Milano, 11 giu. (LaPresse) - I promotori della contro Opa su Rcs in concorrenza con l'Ops di Urbano Cairo considerano "di fondamentale  importanza anche l'implementazione di un'importante politica di investimento al fine di accelerare il processo di crescita del  gruppo, anche per linee esterne". Lo si legge nel prospetto dell'Offerta pubblica di acquisto promossa da Investindustrial di Andrea Bonomi, Mediobanca, UnipolSai, Pirelli e Diego Della Valle. L'obiettivo, spiega il documento è di "creare una piattaforma globale nel settore multimediale".

MEDIOBANCA GARANTE DI OBBLIGHI OPA. Mediobanca garantirà il pagamento degli obblighi legati all'Opa promossa dai soci storici su Rcs, si legge nel prospetto informativo. Piazzetta Cuccia, spiega il documento, "ha assunto irrevocabilmente l'impegno di erogare, in una o più soluzioni, a valere su una linea di credito vincolata a garanzia dell'esatto adempimento dell'obbligazione dell'offerente di pagare l'intero prezzo di tutte le azioni Rcs portate in adesione all'offerta, per il caso di inadempimento dell'offerente all'obbligo di pagamento del corrispettivo dell'offerta". La somma sarà "in contanti" e non eccedente l'esborso massimo complessivo" dell'Opa pari a 282,75 milioni di euro, "calcolato sulla base del corrispettivo pari a euro 0,70 per azione e assumendo che tutte le  azioni siano portate in adesione all'offerta".

Accedi o registrati per inserire commenti.

Ti potrebbe interessare anche

Dal 2018 LaPresse distribuirà in Italia testi, foto e video di AFP

Accordo con il colosso francese. Marco Durante: "Crescere insieme". Christine Buhagiar: "Intesa con un attore principale del panorama italiano"

Il "cavallo morente" simbolo della Rai in Viale Mazzini

Rai, Comitato Informazione Pubblica: "Graduatoria Concorso 2015 resti unico riferimento per le assunzioni"

"A due anni di distanza, ancora non è dato sapere come l'azienda intenda agire per assicurare la salvaguardia e il rispetto delle posizioni e aspettative sorte in capo agli idonei"

Nicola Assetta entra in LaPresse. Sarà vicedirettore e capo area video

Il direttore Vittorio Oreggia: "Continua l'opera di espansione". Il presidente Marco Durante: "Il video è sempre più il nostro core business"

Tribunale di Torino condanna Blasting News a risarcire LaPresse

Il sito web sanzionato per l'utilizzo illegittimo di materiale fotografico