Lunedì 11 Gennaio 2016 - 22:00

Rapporto Iss su Terra dei Fuochi: Più morti e tumori, anche nei bimbi

L'allarmante rapporto fotografa la situazione nei 55 Comuni della Terra dei Fuochi, in Campania

Rifiuti nella Terra dei Fuochi

Una "serie di eccessi della mortalità, dell'incidenza tumorale e dell'ospedalizzazione per diverse patologie, che ammettono fra i loro fattori di rischio accertati o sospetti l'esposizione a inquinanti emessi o rilasciati da siti di smaltimento illegale di rifiuti pericolosi e di combustione incontrollata di rifiuti sia pericolosi, sia solidi urbani". Così il rapporto dell'Istituto superiore di sanità fotografa la situazione nei 55 Comuni della Terra dei Fuochi, in Campania. Allarme anche per quanto riguarda la situazione dei bambini "ricoverati nel primo anno di vita per tutti i tumori e eccessi di tumori del sistema nervoso centrale, questi ultimi anche nella fascia 0-14 anni". Il rapporto contiene l'aggiornamento della situazione epidemiologica completato nei termini di legge (maggio 2014).

Per quanto riguarda i tumori, dati di incidenza sono stati forniti dal Registro Tumori Napoli 3 Sud (periodo 1996-2010) per 17 dei 32 Comuni della Provincia di Napoli che rientrano nella Terra dei Fuochi. Il Registro Tumori della Provincia di Caserta è in fase di avvio e non ha ancora conseguito l'accreditamento da parte dell'AIRTUM. La mortalità generale è in eccesso, rispetto alla media regionale, in entrambi i gruppi di Comuni, sia quelli nella Provincia di Napoli sia in quelli di Caserta, sia tra gli uomini che tra le donne.

Le ospedalizzazioni per l'insieme delle cause indagate (cause naturali, escluse quelle legate alla gravidanza, parto, puerperio e loro complicazioni) sono inferiori alla media regionale nella Provincia di Caserta e in linea con l'atteso nella Provincia di Napoli. I tumori dell'apparato urinario risultano in eccesso nei Comuni della Provincia di Napoli in entrambi i generi, con un maggiore contributo ascrivibile al tumore della vescica; la mortalità e le ospedalizzazioni per quest'ultima patologia risultano in eccesso anche tra gli uomini dei Comuni della Provincia di Caserta.

Scritto da 
  • redazione web
Accedi o registrati per inserire commenti.

Ti potrebbe interessare anche

Vaccini, l'Italia migliora la copertura. Ma è allarme in cinque regioni

E sul morbillo l'Iss avverte: "Esiste un tasso altissimo di letalità. Bisogna stare in guardia"

Allarme bilancia: un italiano su due bocciato alla prova costume

Il problema riguarda 23 milioni di persone adulte lungo tutta la Penisola

Salute, Italia a due velocità: al Sud si muore prima. Allarme obesità

La fotografia dell'Osservatorio nazionale sulla salute nelle regioni italiane dell'Università Cattolica di Roma

Salute, pene curvo resta tabù: deviazione congenita presente in 3-6% maschi

La causa ad oggi è sconosciuta. Una delle teorie più accreditate è quella dei micro-traumi durante l'attività sessuale