Mercoledì 13 Aprile 2016 - 16:45

Rai, Verdelli: Non censuro programma perché lo chiedono politici

Così il direttore editoriale per l'offerta informativa della Rai nella sua audizione in Commissione Vigilanza Rai

Antonio Campo Dall'Orto e Carlo Verdelli in Commissione Vigilanza Rai

"Non posso censurare un programma perché ci sono 10 o 15 politici che mi chiedono di farlo. Mi rendo conto che questa cosa da alcune parti è considerata dolorosa e inutile, da altre parti è stata fatta diventare qualcosa che non era, con toni irreali e meschini". Così il direttore editoriale per l'offerta informativa della Rai, Carlo Verdelli, nella sua audizione in Commissione Vigilanza Rai sul caso dell'intervista di Bruno Vespa a Salvo Riina a Porta a porta. Verdelli poi sottolinea che il picco di ascolti nella puntata di Porta a porta "è stato l'intervento di Emanuele Schifani, figlio di una vittima di mafia".
 

Scritto da 
  • redazione web
Accedi o registrati per inserire commenti.

Ti potrebbe interessare anche

Senato - ddl sul biotestamento

Elezioni, Camere sciolte prima di Capodanno. 4 marzo possibile election day

Prende quota la scelta di un unico giorno di voto per Politiche e Regionali

Senato - ddl su biotestamento

Biotestamento, giovedì ok finale e sarà legge. Ecco cosa prevede

Ha retto l'asse Pd-M5S: i diversi voti a scrutinio segreto che avrebbero potuto modificare la legge sono stati respinti con una maggioranza tra i 144 agli oltre 160 consensi

Presentazione libro di Bruno Vespa "Soli al Comando"

Berlusconi: "Se non c'è maggioranza avanti con Gentiloni, poi voto". E Salvini sospende ogni incontro col Cav

L'ira del leader della Lega: "Voglio spiegazioni sul voto contrario di Fi all'iter veloce per la legge Molteni"