Mercoledì 30 Marzo 2016 - 11:00

Rai, canone in bolletta luce: come chiedere rimborsi ed esenzioni

Da quest'anno canone ridotto a 100 euro, si paga da luglio

Rai, canone in bolletta luce: come chiedere rimborsi ed esenzioni

Niente più bollettini postali: il canone Rai per la televisione, in seguito alle novità introdotte dalla legge di Stabilità, a partire da luglio 2016 è incluso nella bolletta della luce. L'importo è stato ridotto a 100 euro e comincerà a essere integrato nella bolletta elettrica di luglio. Basta pagamento da effettuare entro il 31 gennaio: il canone verrà addebitato nella bolletta elettrica della casa di residenza a prescindere dalla persona a cui è intestata. Scompare anche il rischio di dimenticare il versamento e di incappare nelle sanzioni per il ritardato pagamento. 

Per avere informazioni gratuite su tutte le novità è stato istituito un numero verde, 800.93.83.62. È disponibile in rete il modello con cui i titolari di un contratto di fornitura di energia elettrica per uso domestico residenziale possono certificare di non possedere un apparecchio televisivo. Ma attenzione, perchè se la dichiarazione non è veritiera comporta delle sanzioni anche penali. La legge di stabilità 2016 ha introdotto, infatti, la presunzione di possesso di una tv nel caso in cui esista un’utenza elettrica nel luogo in cui una persona ha residenza anagrafica. Tramite il nuovo modello disponibile online, i cittadini che risultano titolari di un’utenza di luce possono certificare di non possedere una televisione. Il modello di dichiarazione sostitutiva va presentato direttamente dal contribuente o dall’erede tramite un’applicazione web, disponibile dal 4 aprile sul sito internet dell'Agenzia delle Entrate, utilizzando le credenziali Fisconline o Entratel rilasciate dall’Agenzia, oppure tramite gli intermediari abilitati. Nei casi in cui non sia possibile l’invio telematico, è prevista la presentazione del modello, insieme a un valido documento di riconoscimento, tramite raccomandata all’indirizzo: Agenzia delle Entrate Ufficio di Torino 1, S.A.T. – Sportello abbonamenti tv – Casella Postale 22 – 10121 Torino. 

Per il 2016, primo anno di applicazione del pagamento del canone in bolletta, la dichiarazione sostitutiva avrà effetto per l’intero canone dovuto per l’anno 2016 se viene presentata tramite raccomandata entro il 30 aprile 2016, oppure in via telematica entro il 10 maggio 2016. La dichiarazione presentata tramite raccomandata dall'1 maggio 2016 ed entro il 30 giugno 2016, oppure in via telematica dall’11 maggio al 30 giugno 2016, avrà effetto per il canone dovuto per il semestre luglio-dicembre dello stesso anno. La dichiarazione presentata dall'1 luglio al 31 gennaio 2017 avrà effetto per l’intero canone dovuto per l’anno 2017. Il modello di dichiarazione sostitutiva è disponibile sui siti Internet dell’Agenzia delle Entrate, www.agenziaentrate.it, del ministero dell’Economia e delle Finanze, www.finanze.it, e della Rai, www.canone.rai.it. 

Per quel che riguarda invece le richieste di esenzioni in base al reddito e rimborsi, i cittadini interessati possono rivolgersi agli uffici territoriali dell’Agenzia per compilare e inviare l'apposito modulo.

Scritto da 
  • redazione web
Tags 
Accedi o registrati per inserire commenti.

Ti potrebbe interessare anche

Pensioni, ai dipendenti pubblici una media di 1795 euro a testa

Pensioni, ai dipendenti pubblici una media di 1795 euro a testa

I dati Istat parlano di un complessivo annuo di 66,3 miliardi di euro

Edison rimborsa alle famiglie il canone Rai

Edison rimborsa alle famiglie il canone Rai

La società ha deciso di restituire i 100 euro ai nuovi clienti

Istat: Pil previsto e spesa delle famiglie nel 2016 in crescita

Istat: Pil previsto e spesa delle famiglie nel 2016 in crescita

Occupazione annuale in alto dello 0.8%, disoccupazione all'11.3%