Giovedì 21 Dicembre 2017 - 10:00

Radio2 Live, Tiziano Ferro chiude il 2017 con gli omaggi a Tenco e Sheeran: "Nella musica bisogna sporcarsi le mani"

L'ultimo appuntamento dei concerti in diretta di Radio 2 aperti al pubblico e condotti da Carolina Di Domenico e Pier Ferrantini

"Amo i concerti negli stadi, ma mi sono divertito moltissimo in un ambiente più piccolo: mi piacerebbe fare più spesso cose di questo tipo con tanta musica e tanta voce". Tiziano Ferro è entusiasta del suo concerto in diretta radiofonica su Rai Radio 2, un appuntamento che chiude un anno carico di musica live nello studio romano di via Asiago.

"I live fanno da sempre parte del dna di Radio 2, - spiega Carolina Di Domenico, che insieme al compagno Pier Ferrantini, leader dei Velvet, conduce dal 2014 i concerti in diretta - ma questa nuova versione è un grande regalo per il pubblico, che può assistere a un concerto così intimo". I live ospitati dalla Rai sono infatti aperti ai fan fino a esaurimento posti (circa un centinaio): un'occasione unica per vivere la musica e i cantanti più da vicino. Da Levante a Paola Turci, sono oltre 15 gli artisti passati per la sala B di via Asiago. "Siamo orgogliosi di questa stagione così intensa, - commenta Ferrantini - soprattutto di quando siamo riusciti a intercettare e in alcuni casi anticipare delle tendenze. Abbiamo tenuto a battesimo artisti che poi sono esplosi, come nel caso di Coez, che è venuto qui prima di iniziare il suo tour: abbiamo avuto migliaia di richieste per assistere alla serata e infatti poi ha riempito i palazzetti dello sport. Eravamo certi sarebbe stato un successo".

E i due conduttori non avrebbero potuto desiderare una chiusura migliore di quella di ieri sera, guidata da un artista amato come Tiziano Ferro, che si è esibito in molti dei suoi ultimi successi, tratti da Il mestiere della vita, Urban vs Acoustic, un disco che lui stesso definisce "degli estremi": da Solo è solo una parola a Potremmo ritornare. Non sono mancate però delle piacevoli sorprese, come gli omaggi ad altri autori: il cantante di Latina ha reinterpretato Mi sono innamorato di te di Luigi Tenco, come aveva fatto per la prima volta a Sanremo 2017, una performance che ricorda come "una delle esperienze più belle della mia vita". E poi, cambiando completamente genere, si è lanciato in Shape of You di Ed Sheeran, dichiarando la sua stima per l'artista britannico. "Questa collaborazione non è ancora avvenuta, ma sognare è lecito, no? Magari dopo Andrea Bocelli sono il secondo italiano sulla lista di Sheeran, non si sa mai", scherza l'interprete dimostrando ancora una volta di non aver paura di giocare con i generi musicali. Una lezione assimilata negli Stati Uniti, dove si è stabilito negli ultimi anni. "Bisogna uscire dal proprio orticello -, spiega - . Ci piace tanto la musica internazionale, adoriamo gli americani e poi non impariamo niente: la prima cosa che fanno è proprio questo, sporcarsi le mani".

E proprio dall'America arriva l'ispirazione dell'artista per l'ultimo disco pubblicato e per quello che verrà, già in lavorazione. "Sono a buon punto, - rivela - ho già scritto molte canzoni. Abitando a Los Angeles l'ispirazione ti travolge: accade ogni volta che esci, anche senza volerlo. È una città piena di storie e di musica, quando torno a casa ho sempre il cervello che scoppia di idee". Ispirazioni che non riguardano soltanto la musica. "Mi piace molto il linguaggio delle serie televisive, mi piacerebbe scriverne una", rivela. "Ho tantissime idee: butto giù libri, film, poi alla fine faccio sempre un album! Ma sarei seriamente interessato a scrivere uno show tv, chissà nel futuro...".

Loading the player...

Ma, nonostante questo approccio internazionale e il successo mondiale, il suo rapporto con la musica e la scrittura non è cambiato poi molto da quando nel 2001 esordì con Xdono. "Non ho mai permesso a tutto quello che è fuori - dice in diretta su Radio 2 - di influenzare la scrittura delle canzoni. Faccio ancora i demo come quando avevo 15 anni: da solo, in camera mia. E in quel momento scrivo qualsiasi cosa mi passi per la testa, come se la canzone fosse solo per me e 4-5 amici. Quello che è cambiato, rispetto a quando ero ragazzo, è la fase seguente: oggi so che alcune di quelle canzoni finiranno in un album e quindi le filtro, pensando a ciò che potrà funzionare in radio. Moltissime non vedono la luce". "Se venissero i ladri a casa mia, troverebbero di tutto...", scherza, spiegando che nel suo computer ci sono tanti duetti mai pubblicati ("quelli con Fabri Fibra per esempio, il brano appena uscito non è stato il nostro primo tentativo") e alcune canzoni rifiutate. "Molto spesso mi è successo che dei cantanti mi chiedessero di scrivere canzoni per loro e poi non le abbiano più volute. Di alcune di loro mi sono riappropriato e sono diventate L'amore è una cosa semplice e Salutandotiaffogo".

L'ora e mezzo in compagnia di Tiziano Ferro è piacevole e divertente, grazie alla sua gentilezza verso il pubblico e un animo sempre pronto allo scherzo. Come quando parla dei messaggi vocali inviati su Whatsapp: "Li odio, dovrebbero fare una legge contro i vocali. Ogni volta che ne state per fare uno chiedetevi se è davvero necessario: il più delle volte non lo è". Ma, scherzi a parte, il suo rapporto con i social network è davvero pessimo. "Non sono mai entrato su Twitter - dice - ho visitato Facebook solo un paio di volte. La verità è che io sono stato un precursore dei social network: ero su MySpace, mi ci dedicai davvero, ero molto emozionato all'idea, ma mi accorsi subito che non era cosa per me. Capisco che Facebook e gli altri siano utili sotto molti aspetti, ma c'è un grande rischio di alienarsi, bisogna fare attenzione". Ai suoi fan consiglia invece di scoprire il mondo al di là degli schermi di smartphone o computer: "Appena avete 100 euro, partire. Il viaggio è un grande maestro, anche in attesa di un aereo in ritardo si impara qualcosa".

Una chiusura in grande stile per i Live di Radio 2 che riprenderanno a gennaio con Selton, venerdì 12, e con Ghali, venerdì 19.

Scritto da 
  • Corinna Spirito
Accedi o registrati per inserire commenti.

Ti potrebbe interessare anche

Sanremo 2018, la conferenza stampa di presentazione

Sanremo, i 20 brani dei Big tra terrorismo e amore

Dal Bataclan alla violenza sulle donne: ecco le canzoni dei Big in corsa al festival

Giorgia  - Oronero Tour 2017

Giorgia: "Volevo lasciarmi andare, ma ho scelto di vivere"

La cantante parla del dolore in un'intervista su Tv2000

Inaugurata al Macro di Roma la mostra The Pink Floyd Exibition

'The Pink Floyd Exhibition: Their Mortal Remains' sbarca a Roma

Dopo Londra arriva in Italia la retrospettiva che celebra uno dei gruppi più influenti della storia a 50 anni dalla sua nascita

Modena, consegna cittadinanza onoraria a Vasco Rossi

Vasco Rossi cittadino onorario di Modena: riceve chiavi della città

Il rocker: "Sono commosso e contento di ricevere questo riconoscimento"