Lunedì 30 Ottobre 2017 - 12:45

Puigdemont vola in Belgio: potrebbe chiedere l'asilo politico

Chiesta incriminazione per ribellione e sedizione

Il Procuratore generale di Stato della Spagna, José Manuel Maza, ha confermato che chiederà oggi l'incriminazione per ribellione, sedizione e appropriazione indebita dell'ex presidente catalano Carles Puidgemont e degli altri membri del governo "che hanno prodotto una crisi istituzionale che si è conclusa con la dichiarazione unilaterale di indipendenza nel totale disprezzo della nostra Costituzione".

Maza ha spiegato che, dopo la rimozione del presidente catalano dal suo incarico e la dissoluzione del Parlamento regionale, Puigdemont e gli altri membri del governo non possono essere indagati dalla Corte Suprema o dalla Corte di Giustizia di Catalogna. Il Procuratore ha detto inoltre di ritenere che il reato per cui ha chiesto l'incriminazione sia di competenza della Corte nazionale. Saranno invece citati in giudizio alla Corte Suprema il presidente del Parlamento catalano, Carme Forcadell, e gli altri membri dell'Ufficio di presidenza.

Intanto, secondo quanto riporta La Vanguardia, l'ex presidente catalano si troverebbe in Belgio con altri membri del Govern dichiarato decaduto. Secondo i media spagnoli, sarebbero pronti a trattare con il Paese per chiedere l'asilo politico. Per la tv belga VRT, Puigdemont a Bruxelles "incontrerà avvocati e rappresentanti politici". In ogni caso, il viaggio a Bruxelles dell'ex presidente "non preoccupa" il governo di Mariano Rajoy. Stando a quanto riferito da fonti del ministero degli Interni, per il governo di Madrid la cosa più importante era che Puigdemont non si trovasse nel Palau de la Generalitat di Barcellona.

Accedi o registrati per inserire commenti.

Ti potrebbe interessare anche

US President Donald Trump takes part in a ìlistening sessionî on gun violence

Proposta Trump: "Armare i prof per difendere le scuole"

L'idea del presidente Usa spiegata ai ragazzi della scuola della strage e dei loro genitori. Proteste in tutto il Paese

Aumenta la paura per i continui attacchi di Boko Haram in tutta la regione del lago CiadMSF ha integrato il supporto psicologico alle attività mediche

Nigeria, 111 le studentesse scomparse dopo l'attacco di Boko Haram

L'episodio ricorda il rapimento delle oltre 270 ragazze avvenuto a Chibok nel 2014

Messico, i giorni dopo il terremoto

Messico, tre italiani scomparsi: inchiesta su poliziotti Tecalitlan

Si tratta di un sessantenne, di suo figlio di 25 anni e di suo nipote di 29 anni: i parenti non hanno loro notizie dal 31 gennaio

Prima del film Suburbicon a Los Angeles

Clooney donano 500mila dollari per la manifestazione contro le armi

L'attore e la moglie aiutano a finanziare il corteo del 24 marzo a Washington, organizzato dopo la sparatoria nel college in Florida in cui sono morte 17 persone