Venerdì 27 Ottobre 2017 - 21:15

Processo Talluto, 24 anni all''untore dell'hiv': è la prima sentenza in Italia

Il 33enne sieropositivo, accusato di aver infettato decine di persone con rapporti non protetti, è stato ritenuto colpevole di lesioni gravissime

Ventiquattro anni di carcere. È la condanna inflitta dai giudici della Terza Corte d'Assise di Roma, presieduta da Evelina Canale, nel processo a Valentino Talluto, il 33enne sieropositivo accusato di aver infettato decine di persone con rapporti non protetti. La decisione, arrivata dopo oltre dieci ore di camera di consiglio, è stata pronunciata nell'aula bunker di Rebibbia: presenti oltre all'imputato le ragazze vittime dell'infezione che si sono costituite parte civile.

La procura di Roma chiedeva per l'imputato l'ergastolo con due anni di isolamento diurno. "Questa sentenza fa giurisprudenza perché non c'è mai stato alcun precedente in materia - sostiene la pm Elena Neri - anche perché nessuno ha mai fatto quello che ha fatto Talluto".

Secondo la sentenza, Talluto è colpevole di lesioni gravissime nei confronti delle vittime del contagio da hiv, ma non di epidemia dolosa, come chiesto dalla procura. Quella di Talluto è stata "leggerezza" e "stupidità" ma "non voleva diffondere il virus" e, in ogni caso "il suo fine pena mai l'ha già avuto perché rimarrà per tutti 'l'untore'", sostengono Maurizio Barca e Tiziana De Biase, legali del 33enne. È "autore di una strage sociale, causata da una efferata sregolatezza nella quale lui era assolutamente consapevole che con rapporti non protetti avrebbe contagiato le sue partner", sostiene invece Irma Conti, difensore di parte civile, secondo la quale l'imputato ha colpito le sue vittime con "diabolica programmazione, contagiandole e conoscendo benissimo il modo per trasmettere il virus, come evitarlo, e conoscendone la portata lesiva".

A Talluto erano attribuiti 57 episodi legati ad altrettante persone. Si faceva riferimento a una trentina di donne, tutte tra i 20 e i 30 anni, che l'uomo avrebbe infettato con rapporti sessuali.

 

Accedi per lasciare commenti

Ti potrebbe interessare anche

Crollo ponte Genova, il giorno dopo

Crollo ponte Genova, Coltorti: "Investire su controllo e rinnovo"

Il geologo che avrebbe dovuto avere il Mit in un governo solo M5s analizza la tragedia sul Morandi

Antimafia, commemorazione del giudice Paolo Borsellino alla biblioteca comunale

Morta Rita Borsellino, sorella di Paolo, magistrato ucciso dalla mafia

L'europarlamentare si è spenta a 73 anni a Palermo dopo una lunga malattia

Tanti giovani, tante storie spezzate sul ponte crollato

I ragazzi di Torre del Greco, i tre francesi in Italia per un Teknival. I fidanzati che partivano per le vacanze e tanti che andavano al lavoro

Genova, crolla ponte sull’A10

Crollo ponte Morandi, viabilità modificata in Liguria: vie alternative

I milioni di veicoli che ogni anno vi transitavano dovranno utilizzare altri itinerari, appesantendo la rete autostradale